Come viaggiare in Libano

Pubblicato in Libano
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Il Libano è il paese più occidentalizzato del Medio Oriente. Chiamato anche Terra dei Cedri, è stato per oltre 30 anni tormentato da guerre interne e di confine, ma oggi fortunatamente è una nazione piacevole da visitare anche se, ad ogni angolo delle strada, vedrete spuntare qualche difisa dell'esercito. Nel sud, al confine con la Palestina ed Israele è presente un numeroso contingente di caschi blu che cercano di garantire l'ordine. Il Libano è incantevole in tutte le salse ed in tutte le stagioni: in inverno sulle montagne più alte si scia, mentre in estate si va al mare e si esplorano le aree più alte con trekking e camminate. L'autunno e la primavera sono ottimi per le visite culturali.
Le due principali compagnie aeree che coprono la tratta Milano/Roma - Beirut sono la Mea (Middle East Airlines) e la Turkish airlines. Per quanto abbiamo potuto appurare, la Turkish, nonostante lo scalo ad Istanbul di qualche ora prima di ridecollare per il Libano, è la compagnia più economica. Il biglietto elettronico è acquistabile sia sui siti delle agenzie di voli online come Opodo, Expedia, Kelkoo o direttamente sul sito Turkish, risparmiando così anche i diritti di agenzia.
Con la Turkish Airlines potrete portare 20 chili di bagaglio da stiva e un bagaglio a mano (delle dimensioni non superiori a quelle permesse) più il vostro portatile.

Per entrare in Libano i cittadini italiani devono essere muniti di passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Gli italiani non necessitano di ulteriore visto turistico per permanenza di un mese.

Una volta arrivati in Libano, per raggiungere l'albergo o l'ostello dove intendete alloggiare, dovrete prendere uno dei taxi disponibili all'uscita... la parola d'ordine è contrattare fino a pagare un massimo di 10000 lire per persona (circa 5€), se gli autisti esigono di più, stanno cercando di gabbarvi!

Per spostarsi da una zona all’altra della trafficata Beirut non c’è mezzo più efficace che il taxi. Esistono due differenti tipi di taxi in Libano: il collettivo e quello privato classico. Nel primo caso, oltre a voi, sul mezzo saliranno anche altri passeggeri raccattati dall’autista, tutti diretti nella medesima zona. Il costo per ogni corsa dipende molto dalla distanza da percorrere, ma in generale, se dovete raggiungere un punto che non si trova proprio all’opposto della città, potreste proporre al tassista un service. Se il driver accetta l’accordo, il vostro pedaggio sarà fisso 2000 lire libanesi (circa 1€), se il tassista storce il naso e vi alza la quota, valutate di volta in volta che non stia tentando di fare il furbo. A volte per coprire lunghe distanze potrete arrivare a pagare anche un double service cioè 4000 lire libanesi. Se l’autista ritiene che la tratta da percorrere per portarvi a destinazione è troppo lunga, potrà proporvi anche un prezzo oltre lo sperato… non fatevi intimidire e contrattate!!!

Ad ogni modo, se siete a Beirut e vi muovete per la città, non pagate mai più di 5000 lire libanesi a testa.

Oltre ai taxi collettivi e a quelli privati, esistono anche i bus collettivi numerati che seguono sempre uno stesso tragitto predefinito ed indicato proprio dal numero e, normalmente, costano 1000 lire per persona. Nonostante il traffico e la grande confusione, questi mezzi sono davvero efficienti!

Per viaggiare alla volta di destinazioni libanesi fuori da Beirut potrete affidarvi ai pullmini rossi governativi che passano ad orario fisso dalle varie stazioni e fermate, oppure chiedere agli altri pullmini bianchi più o meno scassati che, dai vari punti di raccoglimento, si organizzano per trasportare i passeggeri fino alla destinazione stabilita. Questi pullmini sono solitamente molto economici ma la partenza non avviene ad orari prestabiliti, ma solo quando il mezzo è al completo (solitamente 9-10 persone!).

 Ecco qualche dritta sulle tariffe applicate ai furgoncini durante il mese di febbraio 2012:

  • Beirut – Byblos1500 lire per persona
  • Beirut – Sidone2000 lire per persona
  • Sidone – Tiro 2000 lire per persona
  • Piazza del Mercato (Tiro) – Sito archeologico El Bass 2000/3000 lire per persona

(Se dalle rovine volete poi riprendere il camioncino verso Sidone, basterà svoltare a sinistra all’uscita delle rovine e raggiungere la piazzetta 300 metri più avanti. Dalla piazza partono i pullmini collettivi)

  • Beirut (stazione Kola) – Baalbeck 5000 lire per persona (se tentano di farvi pagare di più, contrattate!)
  • Beirut (stazione Kola) – Marjauon 8000 lire per persona con il bus HTM. Per raggiungere Marjauon, i visitatori hanno bisogno di un permesso speciale perché la zona sud è ancora sotto la supervisione dei caschi blu.

Scegliete la vostra destinazione nel paese dei cedri e continuate a viaggiare per il Libano leggendo gli altri articoli di viaggio

Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito