Non una, non dieci, ma 500 monache sono salite in bicicletta per attraversare l'Himalaya, da Kathmandu a Leh, dal Nepal al Ladakh indiano. 4000 km in bicicletta per denunciare il traffico di esseri umani che dopo il terribile terremoto del 2015 si sta consumando a discapito delle donne e dei bambini (in particolar modo) rimasti soli e indifesi. Un viaggio simbolico, ma anche concreto visto gli aiuti portati dalle monache ai villaggi sulla strada, che dimostra l'energia di queste donne che ogni giorno combattono per l'eguaglianza dei generi e per il rispetto dei diritti umani. Le monache buddiste dell'ordine Drukpa però non sono religiose qualsiasi...
500 monache buddiste in bici per 4000 km contro il traffico di donne e bambini - 4.4 out of 5 based on 10 votes
Per chi ha problemi alla vista, dover indossare gli occhiali durante i propri viaggi in bicicletta può risultare scomodo o inadatto. Fino a qualche anno fa non esistevano alternative e quindi ci si adeguava, mentre oggi è possibile avere maggior libertà e pulizia utilizzando le lenti a contatto, anche nei viaggi in bici.
Di seguito vediamo i vantaggi e le accortezze da adottare nell'utilizzo delle lenti a contatto in viaggio e quando si pratica cicloturismo.
La bicicletta è un mezzo che nel corso dei decenni ha acquisito diverse sfaccettature accompagnando la vita di migliaia di donne, dando un senso a lunghe giornate di viaggio, scivolando sul fango o su strade bianche che sembravano infinite. Dalla prima grande cicloviaggiatrice, Annie Londonderry, che di una bicicletta fece il suo mezzo ideale per viaggiare, alle storia di resistenza delle staffette partigiane che senza le due ruote non sarebbero arrivate dove venivano aspettate, le donne in bici hanno scritto una pagina importante e indimenticabile della Storia.
Può un ciclista disegnare un orso, una giraffa o un dinosauro mentre pedala? Beh, ti dico la verità, io non ci riuscirei nemmeno se fossi seduta ad un tavolo, eppure quella di Stephen Lund sembra proprio vera arte a pedali. Il ciclista/artista canadese l'anno scorso ha realizzato oltre 70 opere artistiche pedalando e "disegnando" il tracciato con il proprio gps: dagli animali ai labirinti, le calze natalizie e persino Darth Vader, il tutto mentre girava in bicicletta per la città.
Dopo l'ottimo riscontro avuto negli anni scorsi con la divisa da bici lifeintravel quest'anno abbiamo deciso di raddoppiare e proporti anche i capi invernali. Rispetto agli altri anni abbiamo cambiato grafica, sempre appoggiandoci alle ragazze di piranhasport.it ed ora ti riproponiamo di "viaggiare con noi" vestendo l'abbigliamento da ciclismo targato Life in Travel in tutte le stagioni. Ecco come fare...
Abbigliamento da ciclismo lifeintravel: ecco la linea 2016! - 4.2 out of 5 based on 13 votes
"Non regalatemi dei fiori, voglio una ruota", questa è la frase con cui inizia la presentazione di un progetto dedicato alla bicicletta al femminile. Eh si, perchè questo straordinario mezzo, sinonimo di libertà, è stato veicolo di evoluzione ed emancipazione (e lo è ancora oggi!) per tutte le generazioni ma in particolar modo per il mondo femminile. Ancora oggi, in alcuni paesi, l'utilizzo della bicicletta è vietato alle donne, ma perchè? La forza di una bicicletta è così grande da spaventare un regime?
Voglio una ruota: il documentario sulle donne in bicicletta - 3.0 out of 5 based on 1 vote
La bicicletta stimola la creatività: quante volte, mentre vagavi in sella alla tua due ruote, sei riuscito a trovare la soluzione ad un problema, hai pensato ad un'idea innovativa, hai ritrovato la serenità perduta? Per la sua capacità di stimolare la mente e la creatività, la bicicletta è stata scelta più volte come protagonista di film, canzoni e composizioni... 
Andare in bicicletta durante la gravidanza è considerata da molti una follia: bisogna riposarsi, non fare sforzi o fatica, figuriamoci andare in bici... ma oggi vorrei sfatare questa idea. Pedalare infatti può aiutare a vivere questo periodo della vita più serenamente, ma non solo. La bici attenua la tensione, rilassa il corpo e la mente, trasmette un senso di serenità vera... perchè non approfittarne anche durante i 9 mesi?
Durante quasi vent'anni di cicloturismo mi è capitato spesso è volentieri di sentire ogni sorta di scusa per giustificare l'impossibilità, o presunta tale, di affrontare un viaggio in bici. Nella maggior parte dei casi è soltanto un mito, un pretesto per evitare di mettersi in gioco e partire. Soprattutto per i viaggi in bici di lunga percorrenza e durata, spesso ci si aggrappa ad obblighi che solo in parte sono reali. Quando si tratta di saltare in sella ad una bici e partire, escono spesso paure recondite che ci bloccano e, purtroppo, ci fanno perdere il gusto di una delle più belle esperienze di viaggio che si possano vivere. Cerchiamo di sfatare questi miti!
I 10 miti da sfatare sul cicloturismo! - 4.3 out of 5 based on 6 votes

La passione per la mountain bike, per la Natura e per la condivisione sono peculiarità del carattere di Steppina, lecchese di casa ma cittadina del mondo. Dopo aver iniziato a viaggiare in MTB negli anni '80, ha intrapreso la traversata delle Alpi pedalando tappa dopo tappa accompagnata da tanti appassionati di ruote grasse, ma quale sarà la sua prossima avventura?

Dalle Alpi agli Appennini in MTB | Le grandi avventure di Steppina - 4.5 out of 5 based on 2 votes
La grande esperienza dell'organizzazione World Bicycle relief dimostra quanto una bicicletta possa essere importante nella vita di tutti i giorni.
Una bici permette ad una donna di trasportare un peso 5 volte superiore rispetto a quanto possa fare a piedi, nello stesso arco di tempo può percorrere 4 volte la distanza di una donna che cammina, ogni 10 miglia in sella è possibile risparmiare tre ore di tempo utile da investire in altre attività... una bicicletta può davvero cambiare la vita?
Come una bicicletta può cambiare la vita - 2.0 out of 5 based on 2 votes

"Io viaggio sola ed è l'avventura più emozionante della mia vita", questo e poco altro nella voce labile delle cicloviaggiatrici dagli occhi lucidi che ogni anno partono in bicicletta, in solitaria, per scoprire ciò che di più bello c'è al mondo. Viaggiano sole, le puoi incontrare sulle strade più improbabili, vengono dal nord, dall'Oriente, dall'Occidente, dal sud, sono curiose, fiduciose nella bontà delle persone, amanti della lentezza, della bicicletta, dell'avventura...

Io viaggio sola: come avventurarsi per il mondo in bicicletta - 4.2 out of 5 based on 5 votes
Shannon Galpin è un'americana del Colorado di 39 anni: capelli biondi lunghi, viso splendente, sorriso dolce e una bicicletta che l'accompagna sempre da quando, nel 2009, ha deciso di iniziare la dura battaglia per permettere alle donne afghane di andare in bicicletta. Sono passati 5 anni e di progressi ne sono stati fatti tanti anche se, andare in bicicletta in Afghanistan, rimane sempre un tabù difficile da sconfiggere...
Storie di donne coraggiose: Shannon Galpin e la sua bicicletta in Afghanistan - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Ogni anno è la stessa storia: arriva il Natale e non si sa mai cosa regalare ad una ragazza ciclista. Non sto parlando delle solite cose, ma di regali davvero originali! Quest'anno allora ho deciso di consigliarvi qualche accessorio e articolo fuori dal comune che possa sorprendere chi riceverà il vostro dono strappandole un gran sorriso. Ho unito l'utile al dilettevole evitando soprammobili pittoreschi ma inutili che finiscono con l'impolverarsi e basta. Fra questi oggetti, sono certa, troverete quello adatto da regalare ad una ragazza che ama andare in bicicletta evitando di perdere ore ed ore in una ricerca poco producente.
Durante il week end in bici organizzato da lifeintravel in Ottobre abbiamo deciso di fare un regalo a tutti i partecipanti per ringraziarli della loro presenza e così, dopo le divise da bici life in travel, abbiamo realizzato una maglietta "a due ruote".
Visto l'entusiasmo con cui è stata accolta questa iniziativa e viste le numerose richieste che ci sono arrivate abbiamo deciso di ristampare la maglietta per tutti coloro che la volessero per sè o per fare un bel regalo ai propri compagni di pedalata... Ecco allora come fare per averla. 
Maglietta Life in Travel... la libertà di pedalare - 4.3 out of 5 based on 3 votes
Andare in bicicletta deve essere prima di ogni altra cosa un piacere: si scoprono posti, si improvvisano gare su rettilinei o su sterrati sconnessi con i compagni di scampagnata, ci si prende in giro mentre si arranca su una salita con la lingua penzoloni... Ogni appassionata di bicicletta ha le proprie esigenze e durante le prime uscite dovrà cercare di capire come trovare il massimo comfort per trascorrere diverse ore a stretto contatto con la sella, altrimenti pedalare diventa un vero supplizio!
Le prime domande che sorgono spontanee dopo aver trascorso una giornata in bicicletta terminata con un dolore pazzesco al fondoschiena e la voglia di non salire mai più su quel diabolico cavallo di acciaio sono: come si vestono per pedalare tante ore consecutive le altre cicliste donne: senza mutande o con? Usano creme o stratagemmi per evitare arrossamenti ed irritazioni? Indossano pantaloncini con il fondello o no? E quando hanno il ciclo?
Donne: senza mutande o con le mutande in bicicletta? - 3.7 out of 5 based on 3 votes
 
×
Resta aggiornato
 

×