Val di Non in MTB: percorso in Predaia tra Coredo e Castel Thun

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Un percorso che da Coredo conduce al maestoso Castel Thun attraversando i boschi dell'alta val di Non in MTB. Il tracciato non presenta difficoltà di carattere tecnico dato che si snoda sempre su strade secondarie e forestali, mentre dal punto di vista altimetrico l'itinerario non presenta salite improbe ma è un continuo saliscendi che alla lunga può pesare sulle gambe. La perla è il passaggio panoramico che raggiunge Castel Thun dall'alto.

Mappa

 
 

Lungo i percorsi Predaia MTB

Lasciata l'auto nel piazzale della chiesa di Coredo, in Alta Val di Non, si può subito scendere sulla sinistra e raggiungere, tenendo sempre la sinistra, una fontana di acqua fresca dove riempire le borracce. Dopo poche decine di metri, lasciato Coredo sopra di noi, si inizia a salire seguendo le indicazioni di Predaia MTB, una serie di percorsi tabellati in questa zona della val di Non di cui potete trovare la mappa sul sito ufficiale del turismo in Val di Non. I percorsi MTB sono quattro e con questo giro noi ne uniremo alcuni, passando in parte anche sulle tracce dei dodici percorsi d'anaunia. Per ora seguiamo il percorso mtb "verde" verso Smarano e Sfruz, restando fuori dalla strada principale ed attraversando i meleti tipici della val di Non. Si sale per qualche chilometro raggiungendo pirma il centro di Smarano e poi, sempre in salita, la bella piazzetta di Sfruz, percorrendo una strada interpoderale asfaltata.
Si attraversa il paese e poco oltre si abbandona l'asfalto per iniziare il primo dei percorsi d'anaunia, quello delle sette Fontane che da Sfruz conduce al rifugio Sores. Siamo costretti a scendere di sella perchè in marzo, viste le abbondanti precipitazioni nevose di quest'anno, sulle strade forestali della Val di Non, in MTB è difficile pedalare poichè è presente ancora parecchia neve... altrimenti la strada è agevole e le pendenze non sono eccessive.
 Val di Non in MTB

Verso Vervò e il torrente Pongaiola

Agevolmente si superano i 1000 m di quota e dopo qualche chilometro, si abbandona il percorso d'anaunia verso il rifugio Sores per proseguire invece sulla destra verso il paese di Vervò, finalmente in discesa... veloce e poco tecnica, la forestale verso Vervò è comunque suggestiva e con alcuni punti panoramici. Si sbuca sotto il campo sportivo ed incrociata la strada provinciale verso l'altopiano della Predaia la si segue in discesa per poche centinaia di metri. Prima di raggiungere il centro di Vervò, ad un tornante decorato con alcuni murales, si svolta a sinistra per imboccare un'altra strada forestale verso la grotta Coel ed oltre. La strada si infossa suggestiva nel canyon scavato dal torrente Pongaiola che attraversa nel suo punto più basso. Risalire l'altro versante della vallata è cosa ardua soprattutto a causa della presenza di alcune zone d'ombra dove la neve è ancora abbondante.
 
 

In picchiata verso Castel Thun

Si raggiungono nuovamente i 1100m e quindi si imbocca la strada che scende dai piani d'Arza, iniziando una picchiata in parte su cemento ed in parte su sterrato con splendidi panorami sulla bassa val di Non e su Castel Thun. Alcune soste fotografiche sono d'obbligo ma comunque si raggiunge presto il castello, aggirandolo da sud. Proseguiamo la pedalata seguendo sempre il percorso Predaia MTB numero 1 che ci sta accompagnando già da un po' di chilometri. Restando sempre fuori dal traffico, scendiamo nuovamente nel canyon del torrente Pongaiola, questa volta più a valle, per risalire sul pendio opposto verso Dardine. Ancora una volta seguiamo la SP13dir per un chilometro circa. Seguendo sempre le indicazioni verso Castel Bragher, attraversiamo il piccolo centro di Vion e in saliscendi incrociamo nuovamente la SP13 che seguiamo questa volta in discesa. Svoltando a destra poco sopra il centro di Taio, in poche pedalate si arriva al castello Bragher, proprietà privata visibile solo dall'esterno. Da questo punto in poi, seguendo la strada, è solo salita per raggiungere nuovamente il centro di Coredo e chiudere così quest'anello in val di Non in MTB, divertente e non troppo impegnativo.

Trovate tanti altri percorsi in val di Non ed in tutto il nord Italia sulla mappa degli itinerari in mountain bike di lifeintravel, in costante aggiornamento.

Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 Simone 2016-09-05 13:13
Ciao,
non conosco molto bene la zona ma vorrei provare questo percorso.
Partendo da Vervoò è possibile percorrere all'indietro il percorso andando verso Coredo e quidi Castel Thun?
Oppoure è preferibile fare Vervò, Catel Thun, Coredo?

Grazie per le indicazioni
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2016-09-05 17:36
Ciao,
l'itinerario è percorribile in entrambi i sensi ma personalmente ti consiglio di farlo in senso orario soprattutto perché se lo dovessi percorrere in senso anti-orario la salita da Castel Thun verso Sfruz è, a tratti, molto pendente. Se però hai le gambe per fare alcuni tratti al 20% (più o meno credo che le pendenze siano quelle anche se in giù non ti rendi molto conto :) ) puoi tranquillamente optare per il giro da Vervò verso Coredo dato che non ci sono difficoltà tecniche da superare. ;) Buona pedalata e buon divertimento!;)
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×
Ti potrebbe interessare