Vacanze in bici in Trentino: 2 giorni tra Valsugana e altopiani

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(2 Voti)
Punteggiata da laghi, sentieri panoramici e fortificazioni austro-ungariche risalenti al XVIII secolo, l'area del Trentino che dall'Alpe Cimbra si estende fino all'altopiano di Pinè e Cembra, passando per la Valsugana, è da sempre ambita meta turistica.
In un territorio così vasto si possono facilmente trovare tracciati fuoristrada adatti anche a famiglie o a chi ha voglia di conoscere la ricchezza del territorio, i suoi prodotti tipici e i monumenti che lo contraddistinguono, in bicicletta.

Vacanze in MTB tra la Valsugana, Pinè - Cembra e Alpe Cimbra

Per una due giorni di mountain bike e Trentino tra i forti della Grande Guerra, i vigneti e i laghi della valle, un buon punto di partenza è Levico Terme.
Raggiungibile anche in treno da Trento o da Bassano del Grappa, Levico è lambita dalla suggestiva pista ciclabile della Valsugana che percorre l'intera valle tra bicigrill, punti noleggio bicicletta, musei curiosi (da non perdere quello degli spaventapasseri) e le vette armoniose della catena del Lagorai.castello pergine
In Valsugana, ultimo baluardo di terra trentina sul confine orientale, vennero edificate fortificazioni difensive per impedire agli italiani l'accesso all'impero Austro-Ungarico e, fortunatamente, ancora oggi è possibile visitare alcune di queste imponenti strutture come il Forte delle Benne o quello di Tenna percorrendo sentieri facili o di media difficoltà.
 
 

Colle delle Benne

forte delle benneSe vuoi goderti la tranquillità dei sentieri, la ricchezza della Natura e, magari, visitare uno dei forti dello sbarramento della Valsugana, da Levico puoi seguire il tracciato che porta al Colle delle Benne per poi ridiscendere al lago lungo un tratto della Via Claudia Augusta. Dal forte delle Benne si ha un interessante panorama sull'Alta Valsugana e sul pizzo di Levico caratterizzato dalla presenza delle rovine di un altro forte del periodo austro-ungarico. Il tracciato misura 13 km per 350 metri di dislivello e si può seguire con calma in 2-3 ore.

Giro dei laghi di Levico e Caldonazzo

lago di levicoPartendo da Levico ci si inoltra tra i filari di mele verso il lago di Caldonazzo. Consiglio una visita alla vecchia miniera di Calceranica prima di riprendere la pista ciclabile verso San Cristoforo e Pergine Valsugana. Dal centro cittadino di Pergine si costeggia la collina che ospita il suggestivo castello aggirando così la parte più settentrionale del lago. Seguendo la strada secondaria del colle di Ischia con scorci piacevoli sul lago di Caldonazzo e la Vigolana, si raggiunge presto il colle di Tenna prima di scendere nuovamente al lago e rientrare a Levico Terme. L'itinerario è lungo 27 km e 330 metri di dislivello e può essere affrontato anche con un'e-bike noleggiandola direttamente a Levico.

Val di Sella e Arte Sella

val di sella in mtbScendendo lungo la Valsugana si giunge presto a Borgo, paese pittoresco adagiato sulle sponde del fiume Brenta. Dopo un caffè nella vivace piazza De Gasperi, si può partire alla volta della Val di Sella risalendo la strada panoramica. Il tracciato è di media difficoltà ma la visita ad Arte Sella, un'esposizione all'aperto di opere d'arte naturale, ti lascerà senza fiato. La visita richiede almeno un'ora di tempo, ma se vuoi percorrere anche il percorso Arte Natura di 3 km sterrati, considera almeno un'altra ora.  E' possibile raggiungere la Val di Sella in auto e poi, una volta acquistato il biglietto di ingresso e terminata la visita a piedi, richiedere gratuitamente una bicicletta al bookshop dell'Arte Sella per rientrare al parcheggio n° 3.
 
Se i fuoristrada del Colle delle Benne, del giro dei laghi della Valsugana e della Val di Sella non hanno ancora placato la tua voglia di esplorare, puoi cercare altri interessanti itinerari, magari anche nell'area del Tesino, tra  le proposte a due ruote in Trentino.
 

Degustando il Trentino

Dalla Valsugana si possono facilmente raggiungere l'altopiano di Pinè e Cembra o l'Alpe Cimbra per continuare la due giorni di mountain bike in Trentino tra luoghi simbolo e Natura incontaminata, ma prima ti suggerisco di degustare qualche prodotto tipico della valle. La farina della Valsugana, con la quale si prepara la polenta, è una delle specialità dell'area e spesso viene servita con i formaggi di malga e gli insaccati della zona.
Se preferisci pranzare con un piatto freddo non perdere comunque l'occasione di provare qualche formaggio locale, magari accompagnato da un cucchiaio di miele prodotto in Valsugana e da una birra Lagorai ghiacciata. Per dolce lasciati stuzzicare da una torta ai piccoli frutti e prima di riprendere il tuo viaggio attraverso il Trentino, assaggia un bicchiere di parampampoli fumante.
piatti tipici trentino
Dopo pranzo, rilassati nel parco Secolare degli Asburgo all'ombra della villa di Sissi, nel cuore di Levico prima di dedicarti a qualche visita culturale oppure siediti in riva al lago a bere un buon caffè sulla spiaggia.
Se sei appassionato di Storia non perdere la Mostra permanente della Grande Guerra a Borgo Valsugana, se vuoi vedere qualcosa di veramente originale fai un salto al Museo degli Spaventapasseri di Marter, se cerchi qualcosa di insolito e fuori dalle rotte turistiche più gettonate, raggiungi l'altopiano del Tesino e Pieve, dove nacque il politico italiano Alcide De Gasperi ol il Passo Brocon dove Charly Gaul tornò all'attacco della tappa durante l'edizione del Giro d'Italia del 1956.
lago di levico o fiordo norvegese

L'altopiano della Grande Guerra

In prossimità di Levico Terme inizia la Kaiserjagerweg, conosciuta localmente anche con il nome di Menador.
Questa suggestiva strada realizzata dall'esercito austro-ungarico, risale le pendici di Cima Vezzena raggiungendo l'altopiano di Lavarone, Folgaria e Luserna.
L'Alpe Cimbra, territorio di confine tra l'Italia e l'impero, fu teatro di grande opere di fortificazioni e bombardamenti tremendi che segnarono momenti importanti della Grande Guerra. 
I paesi dell'altopiano sono accumunati da tradizioni e lingua della cultura tedesco - cimbra, ancora viva e protetta dall'Istituto Cimbro e da un centro di documentazione. La lingua cimbra viene anche insegnata a scuola.
L'Alpe Cimbra vanta un prodotto conosciuto e molto apprezzato: il delizioso Vezzena, lo hai mai assaggiato?
Prodotto fin dal XV secolo è un formaggio esclusivo dell'altopiano che accompagna piatti e prelibatezze locali. Prima di scegliere dove trascorrere la notte, lasciati tentare da una fumante polenta di patate con vezzena e da un piatto di Kaiserschmarren, tipico dolce della tradizione cimbro-tedesca.
strada del menador
 

il Forte di Lavarone in MTB

lago lavaroneUno dei forti meglio conservati dell'Alpe Cimbra è quello di Lavarone raggiungibile con un facile itinerario fuoristrada di 10 km e 289 metri di dislivello. La partenza avviene nella frazione Cappella, passa dal lago di Lavarone per poi raggiungere il forte e rientrare al punto di partenza dal passo della Sota. Suggerisco di dedicare almeno un'ora alla visita del forte Belvedere, un museo interessante dove comprendere meglio il periodo storico e la vita in trincea.

Altopiano fuoristrada

lavarone mtbUn itinerario in mountain bike più impegnativo per scoprire l'Alpe Cimbra è quello che parte da Carbonare ed in 39 km permette di pedalare lungo i facili saliscendi dell'altopiano. Il percorso è consigliato a chi mastica abitualmente un po' di sterrato perchè presenta un dislivello di circa 1100 metri. Il percorso è variegato e ripercorre in parte il famoso tracciato della gara 100 km dei forti.
Se vuoi percorrere altri itinerari fuoristrada sull'Alpe Cimbra cercali sul portale dedicato.

L'altopiano di Pinè e Cembra

A nord-ovest della Valsugana, ancora poco conosciuto al turismo di massa, si estende l'altopiano di Pinè e Cembra con i laghetti dalle acque cangianti, le appariscenti piramidi di Segonzano e i terrazzamenti di vigneti a perdita d'occhio.lago di pinè
La Valle di Cembra è infatti rinomata per la produzione del Müller Thurgau, un vino bianco che quest'anno verrà festeggiato nella rassegna internazionale dedicata al vitigno dal 30 giugno al 3 luglio 2016.
L'altopiano di Pinè e Cembra è cosparso di tracciati ideali per essere affrontati in sella ad una mountain bike: dai più semplici a quelli impegnativi, c'è davvero l'imbarazzo della scelta e tra una pedalata e l'altra suggerisco di dedicarsi a qualche degustazione e visita naturalistica.
 

MTB al lago Santo

lago santoQuesto itinerario in MTB permette di visitare uno dei laghetti più caratteristici dell'altopiano di Pinè e Cembra passando anche dal Roccolo di Sauch, un sistema antico usato per la cattura degli uccelli. L'itinerario è lungo 18 km per 635 metri di dislivello e al termine della pedalata ci si potrà rilassare sulle sponde del lago Santo.

Altopiano di Pinè fuoristrada

altopiano di pinèImpegnativo se si percorre da Pergine Valsugana, più facile partendo direttamente dall'altopiano di Pinè, questo itinerario fuoristrada permette di pedalare intorno al lago di Serraia visitando i dintorni  a due ruote. La lunghezza del percorso che richiede maggiore impegno è di 35 km per 1120 metri di dislivello, mentre risulta molto più semplice cominciando il giro da Baselga di Pinè.
 
Prima di lasciare l'altopiano di Pinè e Cembra goditi la vista sulle distese di terrazzamenti percorrendo la strada provinciale 71 verso le Piramidi di Segonzano, un fenomeno geologico incredibile con pochi eguali nel mondo.
 
Due giorni di vacanza in mountain bike in Trentino ti daranno solo un piccolo assaggio di tutte le attività e proposte che potrai trovare e sono certa che non vedrai l'ora di tornare per sperimentarne delle nuove ovviamente... in bicicletta!
Vacanze in bici in Trentino: 2 giorni tra Valsugana e altopiani - 4.5 out of 5 based on 2 votes
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 ANTONIO 2016-05-19 11:05
TROPPO BELLO SPETTACOLARE POSTI INCANTEVOLI,VERAMENTE CONGRATULAZIONE DA ANTONIO E I SUOI AMICI BIKERS.NOI PURTROPPO SOLO LAZIO E ROMA E PROVINCIA.::p:p:p:p
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Gianluca 2016-10-27 12:01
complimenti per l'articolo! io avrei aggiunto anche qualche itinerario nella Valle dei Mocheni! Poco conosciuta, bell'ambiente e percorsi MTB davvero interessanti!
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×