Glacier Burn: ai piedi delle montagne in Nuova Zelanda

Pubblicato in Trekking nel mondo
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Escursione in Nuova Zelanda, nella zona nord-occidentale del lake Wakatipu, nei pressi del paese di Kinloch.
Ripercorrendo a ritroso per circa 2 km la strada che raggiunge la località di Kinloch dal paese Glenorchy,  ci si imbatte nelle indicazioni, sulla sinistra, per il Glacier Burn, uno di quei trekking poco conosciuti della Nuova Zelanda. Il sentiero inizia fin da subito a salire ripido (seguite i segnali sugli alberi o rischierete di perdervi!) lungo il crinale alla destra del torrente (attenzione perché è davvero facile sbagliare strada) in mezzo ad un fitto bosco. Durante l'estate (il nostro inverno) le temperature sono alte anche in questa zona della Nuova Zelanda e visto che il buco dell'ozono è una problematica ambientale particolarmente sentita e grave nelle due isole agli antipodi del mondo, prima di affrontare un trekking in montagna è bene dotarsi di cappello, occhiali da sole e crema con protezione solare alta. Per percorrere questa escursione è indispensabile essere un minimo allenati, visto l’impegno richiesto nella salita.

Dati tecnici

Nuova Zelanda - Kinloch

DETTAGLI ITINERARIO
Partenza/Arrivo Kinloch
Tempo 3 ore
Dislivello 250 m
Lunghezza 8 km
VALUTAZIONE
Difficoltà Facile
Panorama Bello
QUANDO ANDARE
NovembreDicembreGennaioFebbraio

Foto

Lago Wakatipu v...
Flora neozeland...
Compagnia duran...
Glacier Burn

Trekking a Kinloch

Il sentiero non spiana mai e continua ad inerpicarsi sul pendio montuoso del Glacier Burn, all'interno della vegetazione tipica delle medie altitudini alpine. In  circa 2 ore o 2 ore e 30’, in base al ritmo della camminata, il tracciato giunge al Glacier Basin, dove la foresta si apre mostrando un bellissimo panorama direttamente sul ghiacciaio sovrastante e sulla natura selvaggia della zona. Dal ghiacciaio scende un torrente cristallino lungo il quale è piacevole concedersi una breve sosta picnic e dove ci si può rinfrescare in caso di calura eccessiva. Durante l’escursione è facile osservare molti uccelli endemici, alcuni dei quali talmente coraggiosi da posarsi addirittura sul vostro zaino in cerca di qualche briciola o semplicemente di un po’ di attenzioni. Il miglior periodo per affrontare questo percorso è quello estivo, perché negli altri mesi la zona, data la rilevante pendenza, è soggetta a valanghe (soprattutto in primavera quando le nevi si sciolgono) e frane e quindi sarebbe decisamente rischioso avventurarcisi. La discesa è veloce e segue lo stesso sentiero della salita. In circa un’oretta si ritorna allo sterrato principale percorso anche da pullman e veicoli in direzione di Kinloch o Glenorchy. A differenza delle Great Walks e di altri trekking in Nuova Zelanda, questo non risulta mai particolarmente affollato, ma è un piacevole diversivo all’allegra Queenstown ed alle quiete Glenorchy e Kinloch sul lago Wakatipu.
Per continuare a scoprire la natura e le montagne degli antipodi a piedi, leggete gli altri nostri trekking in Nuova Zelanda!
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×