MTB Tour L'Uomo di Mondeval - Selva di Cadore

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un bellissimo itinerario che attraversa il Sistema Dolomiti Unesco N.1 Pelmo - Croda da Lago, passando nei luoghi dove fu trovato lo scheletro dell'Uomo di Mondeval per finire la spettacolare discesa lungo la famosa Strada de la Vena.

Mappa

 
 

Da Selva di Cadore a Forcella Col Duro

Il Tour dell'Uomo di Mondeval, questo il nome del tour che l'altra estate ho deciso di provare. In zona già conoscevo il Viel del Pan e la Strada de la Vena ma questa escursione che attraversa il SISTEMA N. 1 delle Dolomiti non l'avevo mai provata. Parto da Selva di Cadore la mattina quando l'aria è ancora fresca la giornata si presenta bene. Pedalo lungo la statale che porta a forcella Staulanza e al parcheggio sotto il Pelmo una stradina in ghiaia porta al Rifugio Città di Fiume m.1918.
Breve pausa ad ammirare il Monte Pelmo e riprendo la bike, salgo per il sentiero n.467 che adesso si fa subito più ripido ma dopo poco spiana e attraversa le pendici del Col de la Puina.
Da qui in lontananza si vede la Malga Prendera sotto le Rocchette. Il tratto che porta alla Malga è un pò faticoso in alcuni punti non è pedalabile devo spingere la bici fino alla Forcella Col Duro sopra la Malga.

rifugio citta di fiumeMTB sull'Altopiano di Mondeval

Mi riposo un pò: davanti a me si staglia l'Altopiano di Mondeval dove è stato rinvenuto le scheletro di questo antico cacciatore, che il giorno successivo sono andato a vedere presso Il Museo a Selva di Cadore. Il single trail mi porta in pochi minuti alla Forcella Ambrizzola m. 2277, scendo costeggiando la Croda da Lago incontrando alcuni camminatori che fanno l'Alta Via n.1 e arrivo al Rifugio Palmieri.
Il lago che si trova vicino al Rifugio merita una tappa, cosi mi sdario per alcuni minuti sull'erba fresca contemplando le montagne che mi circondano. Dopo un pò di meritato riposo risalgo in MTB ed entro nel bosco, prendo il sentiero n.431  la discesa non è facilissima e certe volte scendo spingendo a mano la bici: alcune radici e i camminatori che salgono a piedi mi fanno proseguire con molta cautela ma qualche passo a piedi mi aiuta a sciogliere i  muscoli.

tofana Nel cuore delle Dolomiti

Arrivato a Peze de Péru prendo direzione del Passo Giau, supero alcuni tornanti su asfalto e subito giro a destra, il sentiero si congiunge con la stradina asfaltata direzione 5 Torri. Mi fermo alle 5 Torri per una pausa e in alto vedo il Rifugio Averau m.2413. La salita al Rifugio è faticosa, e in alcuni casi proseguo a piedi sia per la presenza di camminatori ma anche per la fatica: attorno a me si vedono le trincee e alcuni baraccamenti della Prima Guerra Mondiale. Arrivato alla Forcella Averau, il Monte Pore è davanti a me e vedo il single track della Vena che si snoda lungo i prati, il panorama da qui è fantastico la Marmolada in fondo con il suo ghiacciaio e alla mia destra l'Averau e a sinistra il Nuvolau.
marmolada

Single Track della Vena

Supero il Rifugio svolto a destra dove trovo un' insegna che segnala Transalp da qui inizio a divertirmi lungo le praterie di Somadide, sempre unica e spettacolare questa discesa fino a Larzonei. Sono quasi alla fine del giro continuo per i carattersitici paesini di Colcuc e Canazei dove alcuni contadini sfalciano i prati e scendo a Colle Santa Lucia. Rientrato sulla statale dopo pochi minuti arrivo a Selva di Cadore.
 
Che aggiungere questo tour entra di diritto tra i miei preferiti sulle Dolomiti, molti sono i single track interessanti  quello che porta a Forcella Ambrizzola e poi la discesa a Rifugio Palmieri , fino al bellissimo Vena Trail, ma il punto di forza dell'intero itinerario è sicuramente il panorama e il poter attraversa alcune delle Cime Dolomitiche più famose.
averau s

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×
Ti potrebbe interessare