Foto Pista ciclabile a Valencia da Shutterstock
La Spagna ti affascina e non vedi l’ora di aggiungere una nuova città all’elenco di quelle già viste? Perché non valuti l’ipotesi di visitare Valencia in bicicletta?
Clima fantastico, mare, attrattive e luoghi d’interesse tutti da scoprire, ancora meglio se lo fai pedalando lungo le sue piste ciclabili cittadine, ben strutturate e organizzate ad accogliere anche cicloturisti e viaggiatori a due ruote.
Foto Barcellona in bicicletta da Shutterstock
Ti è venuta voglia di fare un break dal lavoro e andare alla scoperta di una capitale europea, magari in bicicletta? Immagina che bello pedalare in totale relax, senza pensieri, mentre ti immergi nei colori della città e ti godi le architetture di palazzi ed edifici storici. Barcellona è il posto ideale per una vacanza di questo genere: il clima non è ancora troppo rigido e le opportunità di divertimento non mancano, sia se viaggi con la famiglia, sia che tu lo faccia con gli amici.
Dopo Yaiza la Ruta 9 continua sempre sterrata fino alle Salinas de Janubios, spettacolari specchi d’acqua rettangolari che sembrano la tavolozza di un pittore e in base ai vari stadi di evaporazione dell’acqua per l’estrazione del sale, ogni vasca assume un colore diverso: dal rosa perlato, al verde mare fino al blu… un piacevole spettacolo che ci fa quasi dimenticare che mancano ancora 8 km di asfalto a Playa Blanca.
Canarie in bicicletta: Fuerteventura e Graciosa - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Dove andiamo in ferie quest’ anno? Alle Canarie?… e da quel momento a immaginarci spiagge dorate con amache stese tra le palme e mari da sogno, ma poi un pensiero spinge prepotente: ruote, pedali, manubrio… e la bici dove la mettiamo? E quindi un’idea si fa spazio nelle nostre teste: alle Canarie andremo in bicicletta!
Tanto tempo speso su internet, sul atlante e opuscoli vari per conoscere un po’ questo arcipelago di sette isole vulcaniche battenti bandiera spagnola, per prenderne confidenza e trovare infine quella che fa più per noi: Lanzarote, 795 kmq, la più antica e e la preferita a quanto sembra dai ciclisti da corsa e mountain bike che la scelgono per allenarsi durante i mesi freddi. E già che ci siamo... perchè non andare a dare un occhio anche all’isola di Fuerteventura che è proprio attaccata?
Canarie in bicicletta: Lanzarote a pedali - 5.0 out of 5 based on 3 votes
Il viaggio in bici sui Pirenei sta giungendo al termine... le grandi salite sono alle spalle e finalmente il miraggio dell'Oceano è lì, a due pedalate da me. Capbreton è il punto di svolta, si rimette il naso verso est per iniziare il lento rientro in compagnia di colline brevi ma spezzagambe, piccoli borghi suggestivi e incontri che rendono il viaggio unico e memorabile. 
Dopo qualche salita nelle Alpi e le pianure francesi, è finalmente arrivato il momento di mettere il naso all'insù e iniziare a pedalare in salita: il mio viaggio in bici sui Pirenei è iniziato dove avevo lasciato l'anno scorso, sulle Alpi, ma ora sono sono qui dove volevo arrivare... il mitico Tourmalet, il Peyresourde, l'Aspin e tutti gli altri: salite mitiche sulle quali ho visto per anni i professionisti con la fatica dipinta sui volti. Ed ora tocca a me pedalare e faticare... ma che soddifazione e che felicità arrivare fino in cima con la forza delle mie gambe!
Viaggio in bici sui Pirenei: da Sort a Navarrenx | Parte 3 - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Certo, volevo salire qualche montagna delle Alpi e i passi Pirenaici, ma nonostante solo oggi, il sesto giorno di viaggio, inizi a salire i Pirenei, devo ancora riuscire a pedalare 10 km di fila di sola pianura. Colline, montagne, strade dritte che si arrampicano e scendono senza curve e magari, poco prima di scollinare l'ennesimo strappo, trovo il "dentino" che mi fa tirare su la catena su un rapporto un po' più leggero. Da Quillan seguo la strada che mi porta verso Perpignan e anche qui di pianura non se ne vede, anche perchè sono oramai a ridosso dei sospirati Pirenei...
Viaggio in bici sui Pirenei: da Quillan a Sort | Parte 2 - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Il viaggio di Giancarlo attraverso la penisola iberica prosegue. Nella prima parte del suo racconto ci ha descritto gli incontri con decine di pellegrini ed ha iniziato a narrare del viaggio che lo ha portato a concludere il periplo iberico, oltre 4600 km pedalati tra Spagna e Portogallo. Ha percorso tre cammini verso Santiago di compostela in bici partendo ed arrivando a Barcellona. Di seguito trovate la conclusione di un racconto che è anche un invito a saltare in sella e partire... perchè il cicloturismo è un male contagioso!
Potrebbe apparire fuori luogo ma credo che certe esperienze di viaggio come quella che vi racconto si riescano a spiegare meglio se raccontate a ritroso, dalla fine al principio. E' guardando le cose da spettatore e non più da protagonista che ti accorgi della loro rilevanza. Muoversi a pedali non è associabile alla classica definizione di “viaggiare” nel senso comune in cui questo termine è inteso: arrivare ad una meta passando uno ad uno tutti i luoghi previsti dell’itinerario ma è piuttosto un “muoversi lento” che ti permette di vivere inaspettate “esperienze umane”, a volte anche “sovrumane” fatte di interazioni, confronti, conoscenza di persone culture e tradizioni.
Tre cammini per Santiago di Compostela in bici | Periplo Iberico Parte I - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Sei in visita a Barcellona d’estate e non ne puoi più del caldo soffocante della metro o dell’attesa dell’autobus? Affitta una bicicletta! Sono comode e leggere e la capitale catalana offre un ottimo servizio per chi viaggia su due ruote: agenzie di noleggio, parcheggi di piste ciclabili (carrils bici) ovunque, oltre alla possibilità di affittare altri mezzi di trasporto per turisti ed amanti dell’aria aperta. Ecco qui una breve lista con le nostre fantastiche opzioni per noleggiare una bicicletta a Barcellona...
Sono più di 2200 i chilometri un tempo percorsi dalle vecchie locomotive spagnole ed ora trasformati in itinerari ciclabili. 2200 km sparsi per la tutta la Spagna. In bicicletta o a piedi, questi itinerari che variano in lunghezza sono chiamate Vias Verdes e sono percorsi che corrispondono più o meno ai nostri tracciati ferroviari riconvertiti in ciclopedonali. Percorrere le Vias Verdes in bicicletta significa scoprire luoghi non accessibili ai veicoli a motore, luoghi dove solo i treni, anni fa, potevano passare...
 
Vias Verdes: Spagna in bicicletta lungo le vecchie ferrovie - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Sono tanti, tantissimi i pellegrini che ogni anno percorrono i sentieri del Cammino di Santiago Di Compostela: c'è chi parte da casa, chi ne affronta solo un tratto, chi viaggia da solo, chi sceglie di viaggiare in gruppo o chi, come ha fatto Elisabetta, si mette in viaggio con il proprio bambino di otto anni. I più piccoli hanno una sensibilità più accentuata degli adulti, ma il Cammino di Santiago è una sfida lunga ed impegnativa per un bambino... o forse no?!? Scopriamolo insieme in questa bella intervista ad Elisabetta Orlandi!
"Il Cammino di Santiago con mio figlio" | chiacchierata con Elisabetta - 3.4 out of 5 based on 5 votes
Dalla Francia, dalla Spagna, dall'Italia, da tutta l'Europa fino alla tomba di Giacomo il Maggiore lungo il Cammino di Santiago di Compostela, il grande itinerario percorso ogni anno da migliaia di pellegrini e viaggiatori moderni. Anche Paulo Coelho, nel 1987, ha parlato de il Cammino di Santiago in uno dei suoi libri più celebri... un romanzo che, letto dalla persona giusta, si è trasformato in una scintilla luminosa, una scintilla di emozioni e passioni realizzate in un grande viaggio in handbike, l'avventura di Pietro verso Santiago di Compostela.
Cammino di Santiago in Handbike: viaggio tra i girasoli con Pietro - 4.3 out of 5 based on 3 votes
Fra tutti i grandi itinerari di viaggio dell'Europa, il più popolare e percorso è per certo il Cammino di Santiago di Compostela. Lo dico con certezza perchè sempre più spesso mi capita di sedermi sul tappeto, in casa di amici viaggiatori, per ascoltare i racconti di sensazioni ed incontri indimenticabili proprio lungo i sentieri della conchiglia. Le ultime emozionanti peripezie di viaggio sul Cammino di Santiago di Compostela non le ho sentite raccontare ad una cena, ma le ho lette sul sito di Andrea, un viaggiatore di quelli che probabilmente anche voi vorreste incontrare in cammino...
Il cammino di Santiago di Compostela a piedi, in viaggio con Andrea - 3.7 out of 5 based on 3 votes
Secondo i più saggi fra i pellegrini, il Cammino di Santiago comincia nel momento in cui l'idea di partire, zaino in spalla, viene concepita dalla mente ignara del pellegrino. Per me quell'idea nacque quando ero poco più di una bambina, quando, sui banchi di scuola, la maestra raccontò di quel fiume di gente che nel Medioevo raggiungeva a piedi i santuari di Roma, Gerusalemme e Santiago de Compostela, all'estremità occidentale della Spagna. Quel fiume, secondo la mia maestra ancora non si era prosciugato e a Santiago de Compostela ancora ai nostri tempi arrivavano persone da ogni parte del mondo per visitare la tomba di San Giacomo. Da bambina abituata ad andare per rifugi e alpeggi con genitori e parenti l'idea mi affascinò moltissimo e probabilmente il mio Cammino iniziò quel giorno.
Cammino di Santiago de Compostela a piedi - 3.9 out of 5 based on 29 votes
Non avevo mai fatto un viaggio in bici prima di questo, ma da sempre mi affascinavano quei bikers intrepidi che ogni tanto si incontrano per strada, con enormi sacche montate sui lati, vestiti consumati e una bandierina che sventola indicandone la provenienza. E’ una delle figure che più mi trasmette il senso di Libertà! Li ho sempre ammirati con stima e simpatia.
 Così da anni anch’io avevo in mente un viaggio in bicicletta, in solitaria, tranquillo. La ricerca e la scelta dell’itinerario non è stata difficile: lo storico Cammino di Santiago in bici è tutto ciò che cercavo. Anzi, di più!
Cammino di Santiago in bicicletta: come organizzare il viaggio - 3.9 out of 5 based on 23 votes
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito