Raffaele, un amico oltre che un grande cicloviaggiatore, ci aveva già anticipato la sua volontà di percorrere la Scozia in bici, anzi in mountain bike per essere precisi, qualche mese fa ed al suo rientro lo abbiamo sentito per chiedergli come sono andate le cose. La pioggia non ha rovinato il sogno di Raffaele che ha percorso la Scozia in bici da sud a nord e viceversa. Dopo aver vagato per mezza Europa ed oltre, quest'anno si è concesso un tuffo nella storia...
Gentili lettori di Lifeintravel,
a luglio porterò le mie ruote grasse sulla terra di Scozia. Per chi non mi conosce sono un appassionato di Mountain Bike… passione che condivido con Leo e Vero. Con i pedali ho attraversato diverse terre: Australia, Marocco, Perù, l’isola di Tenerife e svariati paesi europei. Quest’anno andrò alla scoperta della Scozia: ho creato sulla carta un percorso di 7 punti “estremi” per le loro peculiarità geografiche o storiche.

Questo viaggio in Scozia, nelle Highlands scozzesi, ci ha portato a compiere un anello con partenza da Glasgow ed arrivo ad Edimburgo, visitando numerosi castelli tra cui quelli di Stirling, Urqhart, Dunrobin... ed attraversando deliziose cittadine come Inveraray, Fort William, Thurso... Ci siamo fermati sulle coste del Loch Ness ed abbiamo percorso le poche stade delle isole Orcadi. Abbiamo navigato su uno dei numerosi fiordi della costa occidentale ed abbiamo apprezzato il gusto torbato del whisky nella distilleria più piccola di Scozia. Tutto questo sempre accompagnati dall'atmosfera un pò irreale che aleggia su queste terre di frontiera. Peccato soltanto che il viaggio sia stato organizzato tramite un tour operator e, come ben noto, gli spazi temporali per godere privatamente dei luoghi visitati e della gente conosciuta sono pressochè nulli: per chi non lo avesse capito, questa tipologia di viaggio ("turismo" è la parola giusta in questo caso) non è di certo la mia preferita e cercherò di evitarla il più possibile in futuro!

 
×
Resta aggiornato
 

×