Pubblicato in Libri
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
L'ultimo librodel grande viaggiatore inglese. Questo volume raccoglie una serie di scritti dell'autore che non avevano trovato posto in precedenti pubblicazioni.
I racconti che ne escono portano Chatwin nelle più disparate parti del mondo mentre affronta le più differenti situazioni: dalla ricerca dello yeti sull'himalaya alle conversazioni con Indira Ghandi, dal viaggio in Ghana al seguito di Herzog alla storia di Salah Bougrine , un emigrante algerino a Marsiglia.
Queste descrizioni oltre ad evidenziare l'abilità stilistica di Chatwin, ne sottolineano ancora una volta l'indefessa volontà di viaggiare, di essere in movimento per vedere e conoscere... una qualità rara, soprattutto nel mondo dell'informazione del nostro secolo in cui i mezzi di comunicazione sostituiscono le esperienze vissute. Il titolo del libro è una perfetta sintesi di quello che Bruce Chatwin è stato ed ha vissuto. Questa domanda lo ha inseguito per tutta la vita, costringendolo a trascorrerla sempre in movimento, in fuga, come un nomade dell'anima prima che del corpo.
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×