Ancora un giorno di Ryszard Kapuscinski

Pubblicato in Libri
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Il grandissimo reporter polacco descrive i mesi trascorsi in Angola prima della sua indipendenza, all'inizio della guerra civile che imperversa tuttora nel paese. Il libro basato su avvenimenti accaduti nel 1975 risulta tutt'ora piacevole alla lettura. Le sue descrizioni e narrazioni sono stralci di rara abilità letteraria che valicano il confine tra giornalismo e letteratura per fonderli in un tutt'uno. Decisamente uno degli autori che preferisco.
"... Il mondo contempla il grande spettacolo di lotta e di morte che, oltretutto, non riesce assolutamente ad immaginare, poiché il volto della guerra non è comunicabile. Né con la penna, né a voce, né con la macchina da presa. La guerra è una realtà solo per chi sta conficcato tra le sue sporche, disgustose e sanguinolente interiora. Per gli altri è solo una pagina di libro, un'immagine sullo schermo. ..."
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×