140 km di impegno concreto con la ciclabile del lago di Garda

Pubblicato in Attualità
Vota questo articolo
(3 Voti)
Etichettato sotto
Quando un progetto così importante si trasforma in impegno concreto da parte del governo tutto cambia. Ti ricordi che qualche mese fa avevamo parlato dell'approvazione del piano per la realizzazione della pista ciclabile del Garda, un anello ciclabile di 140 km in tre regioni?
Nell'ultimo incontro a Roma tra i rappresentanti dei territori interessati dalla futura pista ciclabile del Garda e il ministro Delrio, quest'ultimo ha dato l'ok per l'inserimento del progetto nel sistema nazionale delle ciclovie turistiche, un altro piccolo grande passo verso l'opera cicloturistica più suggestiva d'Italia.
L'impegno posto nella stesura di un progetto così ben strutturato e coordinato ha permesso il suo inserimento nel più importante sistema di ciclovia d'Italia inoltre, nell'ultimo incontro, è stata confermata la volontà di terminare i lavori per la realizzazione della pista ciclabile del Garda in pochi anni anche con l'ausilio di fondi statali. futura pista ciclabile gardaPresto si firmerà quindi il protocollo d'intesa con il governo per dare il via ai lavori che avranno lo scopo di rendere quella del lago di Garda una delle aree più cicloturistiche dell'intera penisola. Il grande potenziale del lago è già infatti evidente di anno in anno e la costruzione di un'opera così ambiziosa per la mobilità sostenibile su tutto il perimetro lacustre non potrà che accentuare ulteriormente la fama del lago di Garda nel mondo aprendo le porte anche a nuovi flussi turistici.
 
 
140 km di impegno concreto con la ciclabile del lago di Garda - 2.3 out of 5 based on 3 votes
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento