Parco statale di Perlis in Malesia

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Il parco statale di Perlis, al confine con la Thailandia nell'estremo nord della Malesia, è costituito in gran parte da foresta pluviale. Isolato e tranquillo, il parco è l'ideale per chi cerca un po' di avventura senza troppa gente nei paraggi. Il grande complesso attorno al centro visite sembra un po' decadente ma l'area campeggio che si trova immergendosi un po' nella foresta è suggestiva e merita un paio di notti tra scimmie e cieli stellati.

Informazioni utili

Malesia - Perlis

DETTAGLI PARCO
Territorio Foresta
Biglietto d'ingresso 10 RM
Sito UNESCO No
Sito web Tourism.gov.my
COSA FARE
Escursioni
Birdwatching
Campeggio
QUANDO ANDARE
NovembreDicembreGennaioFebbraioMarzo

Curiosità

Tra le scimmie

Al mattino presto, se siete fortunati, potrete imbattervi nei gibboni manibianche e nei langur dagli occhiali che pacificamente condividono gli stessi alberi sopra le vostre teste, mentre di notte potrete facilmente trovarvi ad essere gli unici campeggiatori nel parco

Come arrivare

Provenendo dalla Tailandia: appena varcato il confine con la Tailandia a Wang Phrachan, nella provincia di Satun, è necessario seguire l'unica strada che si inoltra nello stato del Perlis per circa due chilometri. Sulla sinistra incontrerete l'ingresso del parco.
Provenendo dalla Malesia: è necessario seguire la strada numero 1 verso nord fino a Kangar e quindi proseguire per altri 25km circa costeggiando il lago fino a Kaki Bukit, per poi dirigersi verso il confine Thailandese di Wang Kelian. L'ingresso del parco si trova sulla destra due chilometri prima della dogana.

Ti potrebbe interessare

Parco Nazionale di Perlis - Malesia

Un grande cartello accoglie i turisti del Perlis state park. Il centro visitatori si trova subito dietro il parcheggio adiacente alla strada e qui si possono avere interessanti informazioni in lingua inglese dal personale competente. Un chilometro circa oltre l'edificio, inoltrandosi nella giungla, si incontra l'area dove è possibile alloggiare nei bungalows, ben attrezzati e sparsi intorno al corso di un torrente. Duecento metri ancora ed una bella area campeggio fornita di una tettoia con acqua per cucinare e bagni con doccia, è a disposizione di chi deciderà di trascorrere la notte fra i mille suoni della natura. Un sentiero si inoltra nella giungla salendo verso la grotta di Wang Burma (costo guida 4RM) e il monte Perlis (obbligatoria la presenza di una guida), fate però attenzione alle sanguisughe. Altri due brevi percorsi sono il Prince of Denmark trail e, dal vicino centro visitatori, il rainforest trail.
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it
Altro in questa categoria: Parco nazionale di Khao Sok »
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×