Parco nazionale di Thale Ban in Thailandia

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Il parco nazionale di Thale Ban si trova al confine tra Thailandia e Malesia, nell'estremo sud del paese. La foresta pluviale che ne ricopre il territorio offre riparo a numerose specie animali che si possono avvistare anche lungo uno dei trekking che partono dal centro visite, dove si può anche pernottare sulle sponde di un grazioso laghetto.

Informazioni utili

Thailandia - Satun

DETTAGLI PARCO
Estensione 196 kmq
Territorio Foresta pluviale
Biglietto d'ingresso 200 bath
Sito UNESCO No
Sito web Dnp.gov.th
COSA FARE
Escursioni
Birdwatching
Mountain bike
Campeggio
QUANDO ANDARE
OttobreNovembreDicembreGennaioFebbraioMarzo

Curiosità

A caccia di rapaci

Ogni anno, in particolare nel mese di Novembre e Dicembre, per via dei cicli migratori, migliaia di rapaci stanziano nel cielo sopra il quartier generale del parco ed è possibile avvistarne molte specie differenti.

Come arrivare

Dal paese di Khuan Don, sito nella provincia sud-occidentale thailandese di Satun, una deviazione sulla sinistra indica il mercato di confine di Wang Prachan. E' necessario seguire la strada che a tratti è ancora sterrata, per circa 22 chilometri. Il parco si trova a due chilometri dal confine malese.

Ti potrebbe interessare

Parco Nazionale di Thale Ban - Thailandia

Il parco nazionale di Thale Ban è una delle riserve naturali thailandesi fuori dalle solite rotte turistiche, infatti si trova nell'estrema provincia sud-occidentale di Satun, a due passi dal confine malese. Costituito da vaste foreste che si inerpicano sulle colline calcaree che formano il parco, questo luogo grazie alla presenza di un lago naturale, offre la possibilità, in determinati periodi dell'anno, di osservare molte specie di uccelli migratori oltre a quelle stanziali come diversi martin pescatori e buceri. Un'altra attrazione è la presenza della rana glandulosa che gracida emettendo un suono simile al verso dei cani. Nel parco è presente un breve sentiero natura dove però sono presenti migliaia di sanguisughe pronte ad assalire le vostre caviglie. Altri trekking possibili nei dintorni sono ai campi di Wangpra, alle cascate di Yaroi, alle caverne di Wang Phamat...
Nella riserva, per ogni chilometro quadrato, ci sono oltre 200 specie differenti di alberi. Gli amanti del birdwatching possono individuare qui fino ad otto specie di buceri. E' possibile trascorrere la notte al parco campeggiando nell'apposita area vicino al lago o affittando un bungalows a partire da 600 baht.
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it
Altro in questa categoria: Parco statale di Perlis in Malesia »
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×