Parco nazionale di Doi Suthep Pui in Thailandia

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il parco nazionale di Doi Suthep Pui nel nord della Thailandia è uno dei più visitati di questa zona per la sua comodità: si trova infatti non troppo distante dalla città di Chiang Mai. Come molti parchi thailandesi, anche questo è caratterizzato dalla presenza di una folta foresta pluviale che ricopre i pendii montuosi che costituiscono gran parte del territorio del parco. Cascate, grotte e sentieri sono le principali attrazioni del parco che consentono agli amanti dei trekking e della fotografia naturalistica di trovare ottimi spunti per divertirsi.

Informazioni utili

Thailandia - Chiang Mai

DETTAGLI PARCO
Territorio Foresta pluviale
Biglietto d'ingresso 200 bath
Sito UNESCO No
Sito web Dnp.gov.th
COSA FARE
Escursioni
Birdwatching
Nuoto
Campeggio
QUANDO ANDARE
NovembreDicembreGennaioFebbraioMarzoAprile

Curiosità

Mork Fa e sconti

La parte meno visitata del parco è quella situata lungo la strada 1095 ma non per questo motivo è meno meritevole... anzi: le cascate di Mork Fa sono uno spettacolo eccezionale e le attività possibili sono varie.
Se provenite da un altro parco thailandese, mostrate il vostro biglietto di ingresso all'addetto e forse vi verrà scontato qualcosa su quello del Doi Suthep Pui.

Come arrivare

Il principale accesso al parco nazionale thailandese del Doi Suthep Pui è la città di Chiang Mai, nel nordovest del paese. Da qui infatti, basterà muoversi lungo la strada 1004 per raggiungere il quartier generale della riserva. Un'alternativa per visitare la parte più a nord è l'accesso dalla strada 1095 che arriva dalla cittadina di Pai.

Parco Nazionale di Doi Suthep Pui - Thailandia

Il Doi Suthep Pui è considerato uno dei parchi di Chiang Mai, visto che la maggioranza dei suoi visitatori vi accede proprio da lì. Dopo esservi registrati al centro visitatori o presso il quartier generale al termine della 1004 (fee di 200 baht per persona) potrete optare di trascorrere più di un giorno all'interno della riserva campeggiando presso lo Yot Doi Pui campground. Oltre alle attività escursionistiche ed al birdwatching, potrete visitare le numerose cascate site in questa parte del parco come la Huai Kaeo (la più vicina alla città!) o le cascate di Tat Mok e Me Sa situate più a nord. Nei dintorni della Mae Sa è possibile campeggiare ed effettuare delle brevi escursioni nella giungla oltre che nuotare in uno degli otto livelli che forma durante la sua caduta. Accedendo invece al parco dalla strada 1095 proveniente da Pai, è necessario percorrere 2 km di deviazione sulla destra lungo una strada ripidissima che sale, scollina e scende fino all'ingresso. Anche qui è permesso il campeggio su un ampio prato curato a due passi da un bel torrente. La tassa d'entrata è di 200 baht anche da questa parte più 60 baht già per due persone per piantare la tenda (i rangers hanno a disposizione anche tende e materassini da noleggiare). I bagni sono puliti e per mangiare è presente un gazebo coperto con tavolo e panche (se campeggiate, munitevi di viveri prima di giungere qui). Dal gabbiotto dove pagherete l'ingresso, inizia un breve percorso nella giungla che si conclude a circuito nel punto d'inizio. Percorretelo da sinistra ed in pochi minuti raggiungerete le splendide cascate di Mork Fa, alte circa 20 metri, che sgorgano in una specie di conca naturale unica nel suo genere. Potrete anche camminare fin dove l'acqua tocca il terreno, ma vi bagnerete! Dalla cascata proseguite lungo il sentiero che attraversa il rivolo d'acqua fino alla grotta dei pipistrelli appena sopra dove potrete osservare decine di mammiferi volanti partire per la lunga "ronda notturna" (ovviamente solo poco prima del tramonto!). La grotta è piena di guano e molto buia quindi fate attenzione se decidete di avventurarvici. Il tracciato prosegue dolcemente fino all'ingresso: se lo percorrerete di mattina, potrete facilmente avvistare diverse specie di uccelli e, con un po' di fortuna, magari anche qualche rapace notturno.
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Persone in questa conversazione

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×