Orso in Trentino: continuano gli avvistamenti...

Pubblicato in Tra le nuvole
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Si sa, la primavera è il periodo più attivo per gli animali e a questo non fanno eccezione gli orsi. Qui in Trentino sono ormai alcuni anni che avvistamenti e incontri, da quando è stato avviato il progetto Life Ursus, si moltiplicano. Quest'anno un po' in tutta la regione si sono verificati incontri e spesso turisti e curiosi sono riusciti a fotografare o filmare l'animale. Qualche giorno fa un'orsa ha attraversato la statale che raggiunge Trento da Vezzano ed il traffico si è bloccato per lasciare spazio ai tre cuccioli (uno scuro, uno chiaro ed uno quasi bianco) che seguivano la mamma. La location di questo video è sempre il monte Bondone e le immagini curate dal servizio foreste sono davvero eccezionali: un orso con il suo cucciolo si aggira curioso in una radura... avremo mai la fortuna di incontrare questi splendidi animali anche noi?
{youtube width="550"}tp78DPjAEZ8{/youtube}
 
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Persone in questa conversazione

  • Leonardo

    4 anni fa

    Purtroppo ieri pubblicavo questo toccante documento ed oggi mi tocca parlare di altre immagini che riguardano l'orso e sono di ben altro tenore... sono infatti state recapitate al servizio foreste del trentino delle immagini che ritraggono un orso, decapitato, squoiato e squartato. Le immagini sono state accompagnate da una lettera che inneggia all'uccisione e promette altre azioni del genere. Il timbro proviene dalle poste di Tione, nel trentino occidentale, non lontano dal parco naturale Adamello Brenta, nella valle in cui qualche giorno fa un orso aveva ucciso alcuni asini... si stanno esaminando le foto che potrebbero ritrarre anche un orso nero cacciato negli stati uniti anzichè un orso trentino ma credo che questo non sia il punto... il punto è che l'ignoranza e l'arroganza umana hanno dapprima fatto estinguere (o quasi) l'orso sulle nostre montagne ed ora che lo si è reintrodotto lo si vuole nuovamente sterminare. Che sia o no un vero atto di bracconaggio poco importa... perchè questi sottouomini vigliacchi che agiscono da clandestini nella totale inosservanza della legge forse non sanno che in Italia dieci persone all'anno muoiono per punture di imenotteri (api, vespe e simili) ma nessuno per attacchi dell'orso, tra l'altro padrone delle foreste e dei boschi trentini molto tempo prima che lo stesso uomo se ne appropriasse senza chiedere il permesso e uccidendo a destra e manca orsi e lupi ed altri animali innocenti... da Trentino, mi vergogno profondamente dell'esistenza di personaggi simili nella mia regione. Oggi è un giorno triste, che siano o meno state scattate in trentino le immagini di cui vi ho raccontato.<br />Potete leggere l'articolo del giornale e vedere le immagini inviate alla Provincia di Trento qui:<br />http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/06/06/news/abbiamo-ucciso-l-orso-e-solo-l-inizio-1.5206836

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×