Monte Fumaiolo in mountain bike: alle sorgenti del Tevere fuoristrada

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto
Un tour MTB sugli Appennini al confine tra Emilia-Romagna e Toscana, dove uno dei fiumi più importanti d'Italia sgorga dalle viscere della terra per scorrere fino alla capitale. Il Tevere nasce poco sotto la cima del monte Fumaiolo e in MTB questo anello breve, ma intenso passa anche dalla sorgente, laddove il fiume inizia il suo viaggio nel cuore degli appennini fino a Roma ed oltre.

Mappa

 

Monte Fumaiolo e sorgenti del Tevere fuoristrada

 
Questo itinerario MTB è stato seguito in una parentesi del nostro viaggio in bici #transitalia attraverso gli Appennini e quindi il punto di partenza è il campeggio in cui abbiamo alloggiato che si trova poco sopra alla località Balze di Verghereto, a oltre 1200 m di quota. Dal campeggio Tiber, posto accogliente immerso in un bosco, si scende per qualche decina di metri sulla strada principale per deviare subito a destra su forestale ad una curva prima del laghetto. Il panorama è subito suggestivo, soprattutto se si raggiunge la località nel periodo autunnale quando le latifoglie che coprono i pendii della zona si tingono di mille colori.
Dopo pochi metri di agevole strada pianeggiante, la sterrata si stringe e diventa un sentiero roccioso, particolarmente insidioso se sul fondo sono presenti foglie bagnate. Con un po' d'attenzione si completa il tratto tecnico e tenendo la sinistra si scende ancora verso Balze di Verghereto su strada ghiaiosa. A metà discesa circa si svolta a destra e ancora subito a destra in piano. Un bel percorso nel sottobosco ci fa ricongiungere alla strada che conduce con belle pendenze al Poggio Mula d'oro, zona di cinghiali ed in questo periodo... di cacciatori!
Lungo l'itinerario è obbligatoria una sosta per degustare le more selvatiche presenti in quantità. Aggirata la collina si inizia a scendere lungo un sentiero in mezzo al fango che dopo qualche centinaia di metri si ricongiunge alla strada che sale da Verghereto. La si segue in discesa fino alla prima curva dove si svolta a destra: altro sentiero tecnico e “sporco”. In pochi minuti si incrocia nuovamente la strada e la si attraversa per risalire pochi metri a spinta il pendio fino ad avere un ampio panorama sul monte Fumaiolo.
Proseguendo sul sentiero questa volta la vista si apre sui calanchi della vallata ai piedi del Poggio Alto: lo spettacolo è degno dei canyon americani o delle formazioni rocciose della Cappadocia! Restiamo in ammirazione per un po' e quindi proseguiamo svoltando su un piccolo sentierino sulla destra in mezzo al bosco: attenzione perchè non è facile trovare il percorso corretto in questo tratto. Una volta ripr