Lago Chiang Saen in Thailandia

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
In Thailandia, sulla strada che dalla città di Chiang Rai conduce al Triangolo d'oro, si incontra il lago Chiang Saen, una sorpresa inaspettata per tutti gli avventori che capitano da queste parti. Sulle sue sponde e nelle sue acque, sono molte le specie di pesci, rettili ed uccelli ad aver trovato l'habitat ideale per nidificare e riprodursi!

Informazioni utili

Thailandia - Chiang Rai

DETTAGLI PARCO
Numero specie presenti oltre 100 di volatili
Territorio Lago con canneti e palude
Biglietto d'ingresso Gratuito
Sito UNESCO No
COSA FARE
Mountain biking
Camping
Birdwatching
QUANDO ANDARE
NovembreDicembreGennaioFebbraioMarzo

Curiosità

Triangolo d'oro

Tenete d'occhio gli alberi all'interno della riserva del lago Chiang Saen perchè talvolta, tra la fitta vegetazione, si cela qualche lucertola colorata e sorniona.

Come arrivare

Solo 7 chilometri separano questo bellissimo lago naturale dall'omonima cittadina nel nord della Thailandia. A pochissimi chilometri dall'area del Triangolo d'oro dove il fiume Mekong funge da confine fra Laos,Thailandia e Birmania, il Chiang Saen è un lago di medie dimensioni situato in una bella cornice tutta da scoprire.

Lago Chiang Saen - Thailandia

Il lago di Chiang Saen, soprattutto durante alcuni mesi dell'anno, diventa un paradiso per i birdwatchers. Molte specie di uccelli migrano qui durante il loro lungo viaggio. Sul lato destro del bacino è stata costruita un'area dotata di passerella di legno affacciata direttamente sull'acqua per permettere ai visitatori di osservare l'avifauna acquatica nel loro habitat. Alcuni pannelli epslicativi mostrano la storia della riserva, gli uccelli più comuni presenti nell'area e nei dintorni ed altre informazioni interessani di carattere naturalistico. Intorno al perimetro del lago sono presenti delle sistemazioni ma se per voi i costi sono troppo elevati, potete provare a chiedere ai rangers della riserva il permesso per campeggiare. A circa un chilometro dal bacino si trovano un paio di negozietti dove fare rifornimento e un ristorante (sulla strada principale poco distante!) Se avete tempo e voglia potete anche intraprendere il circuito lungo lo specchio d'acqua ma non sarà una breve scampagnata. Se viaggiate in bici, potrete esplorare anche i dintorni.
 
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×