Lago di Caldaro: un biotopo sulle strade del vino Gewurztraminer

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Amanti del birdwatching e appassionati di biodiversità, il Lago di Caldaro è uno dei luoghi dell'Alto Adige che fa per voi!
Assolutamente da evitare durante i fine settimana estivi per l'enorme calca di gente che si affolla lungo la passeggiata e sulle spiaggette del lago, questo calmo specchio d'acqua ospita, sulla sua sponda sud, un importante ambiente lacustre che offre riparo a numerose specie, il cosidetto Biotopo di Caldaro. Una passerella di legno, in parte ancora in costruzione, costeggia e attraversa questo splendido luogo dove i profumi dei fiori, delle resine e delle pozze stagnanti si mischiano ai richiami dei passeriformi, dei rapaci e di molti altri tipi di volatili che librano veloci da un ramo all'altro senza prestare troppa attenzione a chi percorre il tracciato... almeno durante la primavera, la stagione degli amori!

Informazioni utili

Italia - Trentino Alto-Adige

DETTAGLI PARCO
Territorio Lago - biotopo
Biglietto d'ingresso Gratuito
Sito UNESCO No
Sito web KaltererSee
COSA FARE
Escursioni
Birdwatching
Nuoto
Campeggio
Mountain bike
QUANDO ANDARE
MarzoAprileMaggioGiugnoLuglioAgostoSettembre

Foto

Tordo in posa
Picchio rosso c...
Fringuello cicc...
Preda individua...
In perlustrazio...
Biancone in vol...
Le rovine di Ca...
Pettirosso nell...
Riflessi all'al...
Verdone a cena

Come arrivare

La campagna circostante è punteggiata di coltivazioni alternate a boschetti ed i paesi situati nei dintorni del lago di Caldaro offrono all'avventore una panoramica interessante della cultura e delle abitudini del luogo e delle sue genti. Caldaro è situato lungo le strade del vinoGewurztraminer (uno dei paesi principali della zona si chiama infatti Termeno, in tedesco Traminer) circa 20 km a sud di Bolzano, sull'itinerario che porta ad Appiano. Dal lago è poi possibile raggiungere il Passo della Mendola ed entrare in territorio trentino, nella vale delle mele, la Val di Non per dedicarsi ad altre escursioni, degustazioni ed osservazioni.

Ti potrebbe interessare

  • MTB al lago di Caldaro

Lago di Caldaro - Italia

Il giro del lago di Caldaro, che è di origine morenica, è percorribile in circa 2 ore in assoluta tranquillità, mentre alla visita del biotopo, che fà comunque parte del perimetro del bacino, è possibile dedicare anche molto più tempo se si mettono in conto appostamenti per praticare il birdwatching, ossia l'osservazione degli uccelli, a Caldaro facilitata in particolar modo dalla presenza di una torretta d'avvistamento a completa disposizione degli appassionati. Districato fra meleti, vigneti ed il sentiero che sale al Monte di Mezzo con la possibilità di visitare le rovine di Castelchiaro e Castel Varco o di seguire un panoramico percorso in mtb fra Caldaro e i laghetti di Monticolo, il Biotopo ospita molti uccelli diffusi sul territorio dell'Alto Adige e del Trentino e facilmente riconoscibili come la capinera, la cinciallegra, il pettirosso, il verdone, il codibugnolo, la poiana ed altri meno comuni o difficilmente osservabili come il biancone ( migratore, sorvola i cieli del lago soprattutto in primavera), il cuculo, il porciglione o il beccacino. Diversi anfibi popolano i canali per l'irrigazione e le aree stagnanti, mentre  nell'erba alta vipere e biacchi han trovato il loro habitat ideale. In estate la superficie della parte lacustre del Biotopo si riempie di ninfee che sbocciano rigogliose e numerose. I ripetitivi ed insistenti picchiettii sottolineano come questo luogo sia diventata la casa anche del picchio che qui nidifica (noi siamo riusciti ad osservare il picchio rosso maggiore, ma l'intensità di alcuni rumori tipici di questo volatile indicano che anche il picchio nero non è estraneo alla zona). Passeggiando per i vigneti può capitare di intravedere la coda bianca e nera di una sfuggente upupadi passaggio e poi, alzando gli occhi al cielo, ci si stupisce nell'osservare quanti rapaci sorvolino il lago in cerca di qualche succulenta preda distratta. Stazionando con pazienza all'interno della torretta d'avvistamento che sovrasta la zona paludosa del biotopo, forse quella più interessante a livello di biodiversità, si riconoscono tantissimi suoni differenti e difficilmente identificabili; questo è un ottimo punto d'osservazione per i falchi di palude ed anche altre specie di passeriformi che transitano da qui per passare da una parte all'altra del Biotopo. Siamo immobili e concentrati sul paesaggio antistante aspettando un qualsiasi movimento, improvvisamente si scorge qualcosa lontano nell'erba alta nei pressi di uno dei pochi alberi che ombreggiano questa radura, un ungulato, probabilmente un capriolo procede lentamente brucando qua e là. E' questione di un istante, il capriolo quasi subito si accorge della nostra presenza eccitata da ciò che abbiamo appena scorto ed in meno di un minuto l'animale saltella veloce fuori dalla nostra portata visiva. Dopo qualche ora trascorsa nel biotopo,si può decidere di spostarsi dall'altra parte del lago dove si incontrano alcune spiagge invase dai turisti desiderosi di un po' di refrigerio ed alcuni alloggi, ristoranti e bar dove sorseggiare una bevanda fresca nei caldi pomeriggi estivi.
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Persone in questa conversazione

  • :-) Ciao a tutti il mio nome e' Luca, da Lunedi 14 maggio andro' sicuramente tutti i giorni, per una settimana a fare foto, speriamo sia una zona ricca di fauna(considerato che in Liguria uno scatto te lo devi guadagnare, non sono particolarmente esigente).<br />Se qualcuno del posto mi volesse dare qualche info , oppure uscire a fare foto insieme, il mio cell e' 338 9167140. Ciao 8)

  • Veronica

    4 anni fa

    Ciao Luca, direi che hai fatto una buona scelta... questo è periodo di migrazione qui in Trentino ed in teoria, se la memoria non mi inganna, a Caldaro è possibile vedere il Biancone oltre che altri rapaci come il nibbio bruno, il falco di palude, la poiana... sarai su a Caldaro in vacanza?=) complimenti per il tuo corredo fotografico... non è affatto male :cry: il nostro in confronto... :-x noi siamo a Trento e quest'anno non siamo ancora saliti a fare qualche scatto ma se riesco ci uniremo più che volentieri. Pensa che una domenica mattina di due anni fa siamo andati presto al biotopo credendo di avere tutta la torretta di avvistamento per noi ed invece... era strapiena ehehe^^ speriamo di incontrarci^^ buona caccia... fotografica comunque!

  • Ospite - Guest

    In risposta a: Veronica 4 anni fa

    Ciao Luca, direi che hai fatto una buona scelta... questo è periodo di migrazione qui in Trentino ed in teoria, se la memoria non mi inganna, a Caldaro è possibile vedere il Biancone oltre che altri rapaci come il nibbio bruno, il falco di palude, la poiana... sarai su a Caldaro in vacanza?=) complimenti per il tuo corredo fotografico... non è affatto male :cry: il nostro in confronto... :-x noi siamo a Trento e quest'anno non siamo ancora saliti a fare qualche scatto ma se riesco ci uniremo più che volentieri. Pensa che una domenica mattina di due anni fa siamo andati presto al biotopo credendo di avere tutta la torretta di avvistamento per noi ed invece... era strapiena ehehe^^ speriamo di incontrarci^^ buona caccia... fotografica comunque!
    <br />Ok grazie per la dritta se venite datemi uno squillo, il mio cell e' pubblicato ,anche io sono li in vacanza dai miei zii dalle parti di trento, piu' esattamente sulla piana di fiave, conoscete? be' penso di si!!!! Se salite ci becchiamo, ciaaaaaaaaoooooooo

  • Ospite - luca costa

    3 anni fa

    Ciao a tutti sono sempre Luca Costa e anche quest'anno andrò a Caldaro le ultime 2 settimane di aprile x riprendere la parata nuziale degli svassi...se qualcuno si vuole unire lascio cell 338 9167140.

  • Veronica

    3 anni fa

    Ciao Luca, quest'anno speriamo di poterci unire a te per una giornata^_^ sai già che date sarai su precisamente?=)<br />buona serata :D

  • Ospite - luca costa

    3 anni fa

    Certo dal 15 al 26 aprile :-)

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×
Ti potrebbe interessare