Guida Qlandkarte: come creare una traccia GPS

Pubblicato in Ruote grasse
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dopo aver visto come compiere i primi passi in Qlandkarte, con questo tutorial cercheremo di entrare un po' più nello specifico e capire come utilizzare questo utile programma cartografico gratuito per creare le tracce GPS per il nostro dispositivo. Questa procedura può essere utile per pianificare a tavolino un'escursione in montagna o in mountain bike in zone poco conosciute. Avevamo già visto come ottenere lo stesso risultato creando tracce gps a tavolino con google earth ma in questo caso la precisione del nostro lavoro potrà aumentare di molto. Utilizzando il programma in combinazione con le mappe OpenMTBmaps infatti, si possono studiare ottimi itinerari adatti alle nostre capacità... il tutto rigorosamente in stile opensource gratuito.

Potete scaricare il programma Qlandkarte GT gratuitamente a questo link.

Iniziamo vedendo come creare da zero una traccia, pianificando a tavolino un percorso che vorremmo seguire. Una volta aperto il programma Qlandkarte ed installate le mappe che ci interessano (abbiamo visto la procedura per questo passaggio nella precedente guida a Qlandkarte), potremo iniziare a disegnare il nostro Viaggio (così viene chiamato in Qlandkarte): dal menù principale di sinistra selezioniamo la voce Sovrapposizione (oppure premiamo il tasto F6). Dal nuovo menù che si aprirà selezioniamo la voce Sposta Mappa (F1) e centriamo la nostra schermata sul punto che abbiamo individuato come partenza dell'itinerario. Selezioniamo ora Poligono di Distanza (F7) e spostiamoci sul punto di partenza. Una caratteristica davvero utile di Qlandkarte è quella di estrapolare il percorso da tracciati già esistenti sulla mappa, perciò se vi sposterete sulla strada/sentiero da cui avete fatto partire il vostro percorso, automaticamente il programma selezionerà una polilinea (evidenziata in viola) che si sovrappone alla strada/sentiero. Questa caratteristica vi permette quindi di ridurre il lavoro, selezionando soltanto i punti agli incroci: il vostro percorso verrà tracciato seguendo tracciati già esistenti. Chiaramente dovrete aver cura di posizionare il mouse sopra alla linea già esistente prima di premere il pulsante sinistro. Per zoomare la mappa premete i tasti + o - e per spostarvi sulla stessa mentre state tracciando la polilinea tenete premuto il tasto ALT usando le frecce della tastiera. Quando avrete finito di tracciare il vostro percorso (Viaggio), premete il tasto destro del mouse. Nella finestra in basso a sinistra vedrete apparire il vostro percorso con il nome Viaggio 0 e la relativa lunghezza. Selezionatelo e premete su di esso il tasto destro del mouse: scegliendo la voce Modifica potrete inserire (nella finestra che vi si apre sotto alla mappa) il nome, un commento e la velocità prevista; se selezionate invece la voce Reimposta il vostro Viaggio verrà invertito (per esempio questa possibilità è utile se vi siete accorti che è meglio percorrere l'itinerario in senso orario anziché in senso antiorario). Terminate le modifiche, è giunto il momento di creare la traccia (sempre premendo il tasto destro del mouse sul Viaggio e selezionando la voce Crea Traccia): vi si apre una finestra in cui vi viene chiesto di selezionare l'intervallo di distanza (tra 10m ed 1km) a cui inserire ulteriori punti traccia e raffittire quella creata. Inoltre, se la mappa su cui lavorate possiede dati DEM (Digital Elevation Model) vi sarà possibile associare alla vostra traccia dati di elevazione (dislivello) selezionando la voce Aggiungi dati di elevazione dal file DEM (non presenti nelle mappe OpenMTBmaps disponibili per il download gratuito). A questo punto avremo creato la Traccia che verrà visualizzata nella finestra in basso a sinistra (e quindi potremo cancellare il Viaggio nell'apposita scheda della stessa finestra): selezionando la traccia apparirà sulla mappa una piccola finestrella indicante il profilo altimetrico del nostro percorso (se lo avremo creato con i dati DEM) e cliccando due volte sulla stessa, la mappa verrà centrata e zoomata adeguatamente per visualizzare l'itinerario che abbiamo creato.
Il prossimo passo sarà modificare una traccia esistente per poi inviarla al nostro dispositivo (che sia Garmin, TwoNav, MyNav o quant'altro).
Nella speranza che questa guida sia stata utile, se qualcuno trovasse imprecisioni o inesattezze, vi prego di segnalarcelo qui sotto oppure contattandoci.
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 Guest 2012-05-17 18:13
Gentile sig. Corradini ho provato ad usare Qlandkarte per creare tracce da usare su percorsi di trekking, ma non riesco ad impostare una velocità media di percorso. Riesco solo ad impostare la data e l'ora di partenza ma non quella di arrivo. Io volevo provare se riuscivo a fare una simulazione di percorso sul programma. Mi scusi se la disturbo ma volevo sapere se mi poteva spiegare meglio l'uso del programma che secondo me è molto bello. Grazie in anticipo
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2012-05-17 21:33
Ciao,
se mi dai del Lei mi sento vecchio e poi se mi chiami sig. Corradini mi sento ricco... ma siccome non credo di essere ne l'uno ne (di sicuro) l'altro... usa pure il tu e chiamami Leo. :lol:

A parte gli scherzi, provo a rispondere alla tua domanda... se ho capito bene tu vorresti capire, dopo aver tracciato il Viaggio che hai intenzione di percorrere, quanto tempo ci metti se vai ad una velocità, per dire, di 4km/h? E' così?
Per assegnare una velocità al viaggio, una volta disegnata la tua polilinea, dovrai premere il tasto destro sul viaggio stesso (nel box in basso a sinistra) e selezionare la voce Modifica.
Nel frame sotto la mappa ti apparirà una form in cui potrai inserire il nome del viaggio, un commento ed in fondo, la velocità. Cliccando sul tasto apply il viaggio ti verrà salvato con quella velocità, calcolando in automatico il tempo necessario a percorrere la traccia.
Spero di aver risposto alla tua domanda... buona pianificazione! :D
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Italo 2012-05-18 18:31
Grazie mille per la risposta Leo, ma forse non mi sono spiegato bene; avevo già provato come hai detto tu ma pensavo anche di immettere la data e l'ora di partenza per poter magari visualizzare sul grafico dove mi troverei ad una determinata ora. Ho provato a fare modifica -filtro ma non riesco a immettere la data e l'ora. Inoltre per completare l'opera mi piacerebbe ad esempio dividere la traccia in più settori in base ad esempio alla pendenza ed assegnare ad ognuno una propria velocità (in salita si va più piano che in discesa). Spero di non avere oltremodo disturbato la tua disponibilità e ti ringrazio anticipatamente.
P.S. Io sono appassionato di escursionismo ma da poco tempo mi cimento con queste diavolerie tipo GPS (benvenute, prima si andava tutto a carta), durante le escursioni uso il GPS dell'IPHONE con l'applicazione EASYTRAILS che ho riscontrato abbastanza precisa e riesco anche ad importare ed esportare tracce su Qlandkarte per poterle analizzare.
Ciao, e grazie di nuovo
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2012-05-18 18:47
Ciao Italo,
ora ho capito il tuo scopo ma onestamente non ho una risposta alla tua domanda... ho provato a replicare il problema ma sono soltanto riuscito, come dicevi tu, a settare la data di inizio della traccia (salvando e riaprendo la traccia creata) ma non a mantenere il valore di velocità impostato nel viaggio... un utile programma online per fare ciò che dici tu è bikeroutetoaster.com ma non funziona sui sentieri di montagna delle osm... :sad:proverò ancora a replicare una situazione come quella che tu proponi con qlandkarte cercando di capire se è un limite mio o del programma e ti farò sapere...
se scopri qualche info in più tu facci sapere... ;-)
per suddividere le tracce puoi usare semplicemente la funzione apposita (dal menu tracce in alto a sinistra) di qlandkarte...
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Armando 2012-10-25 17:00
Ciao Leo, sto usando da poco Qlandkarte, di solito uso BaseCamp, ma devo dire che non è niente male. Volevo chiederti come si fa ad aggiornare le mappe OSM che sono caricate automaticamente con Q.
Saluti
Armando
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2012-10-25 17:12
Ciao Armando,
sì, effettivamente anch'io non mi trovo male con qlandkarte. Se per aggiornare le mappe OSM intendi installare quelle per la mtb (OpenMTBmaps), ti basterà scaricarle, installarle e quindi seguire la procedura indicata qui:
http://www.lifeintravel.it/it/mtb-news/1113-guida-a-qlandkarte-software-cartografico-free.html
cioè, dopo aver avviato Qlandkarte, dal menù file selezioni la voce Apri mappa, selezioni il file mapset.tdb e quindi il file mapset.img o mapset_mdr.img... a questo punto potrai vedere le mappe su Qlandkarte. Per una spiegazione più dettagliata puoi seguire il link sopra ;-)
Se ci sono problemi fammi sapere! :-)
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 armando 2012-10-25 21:01
Le mappe openmtmaps già le uso in BaseCamp e grazie a te adesso anche in Q. Intendevo Open Street Map e Open Cycle Map nel menù Corso d’acqua( strano nome, non trovi?). Nel sito OSM ho fatto qualche modifica alla cartografia, e vedo che non si aggiorna in Q. Si può fare qualcosa o si devono tenere quelle che ci sono?
Grazie
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2012-10-25 21:03
io ho installato ora, dopo il tuo commento, la nuova versione di qlandkarte (avevo la 1.5.1, ora è la 1.5.3) e vedo ora quel menù corso d'acqua... sì, curiosa traduzione... in effetti.
Comunque prima cosa che mi verrebbe da suggerirti, dopo le modifiche sulle mappe, è quella di aggiornare la mappa cliccando il tasto destro sulla mappa che vuoi aggiornare e premendo sulla voce "reload map"... sono sicuro che tu lo avrai già fatto ma a volte la soluzione di un problema è talmente semplice che non la si prende nemmeno in considerazione... se non risolvi così, questa sera proverò a giocare un po' con le mappe e vedrò se riesco a capire come funzionano visto che personalmente non le ho mai utilizzate...
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Nicola 2013-04-16 22:51
Ciao, Leo ;-)
Inanzitutto vorrei formulare i più sinceri complimenti per la tua appasionata e generosa opera di divulgazione. Fantastico...
Armeggio da pochi giorni con Qlandkarte e lo uso principalmente per "ripulire" le tracce registrate durante le mie scorribande in mountain bike.
Usando i filtri rimuovo le "deviazioni" sbagliare che mi hanno costretto a tornare sui miei passi, l'eccesso di punti durante le soste rima della partenza vera e propria etc... La traccia viene fuori "pulita" ma così facendo (credo proprio per effetto dell'eliminazione di suddetti punti) in alcuni tratti le velocità indicate sia nella tabella dei dati sia nel grafico sono a dir poco assurde (ho sfiorato i 1000 Kmh; manco Alonso... ).
Dove sbaglio?
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leo 2013-04-17 08:58
ciao nicola,
grazie per i complimenti! :oops:
Non sono sicuro di aver capito come "ripulisci" le tue tracce: taglia(F7)/elimina/unisci(F5)? In ogni caso è normale che la velocità non sia più corretta: se elimini dei punti sulla traccia, ne elimini anche i loro dati temporali e questo influenza la velocità locale... non dovrebbe però influenzare più di troppo quella media totale del giro. Non credo tu commetta alcun errore, è solo una normale "controindicazione" del ripulire le proprie tracce ;-)
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito