Gimondi Bike: percorso MTB tra lago d'Iseo e Franciacorta

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto
Il tracciato della Gimondi Bike è un itinerario MTB permanente che ricalca il percorso dell'omonima gara. La competizione ogni anno richiama in Franciacorta centinaia di appassionati di fuoristrada, fatica e fango ma anche i non agonisti possono cimentarsi su strade, forestali e single trail senza la pressione del cronometro. L'itinerario che ti proponiamo inizia ad Iseo, sulle sponde del lago, per poi seguire le indicazioni della Gimondi Bike fino alle porte della Franciacorta tralasciando un anello della gara che allunga il giro di circa 8 km e 300 metri di dislivello.

Mappa

 

Partenza dal lago di Iseo

Personalmente abbiamo pedalato su questo percorso a gennaio ed il terreno era per gran parte libero da neve e ghiaccio. I periodi migliori per venire a pedalare in Franciacorta però sono la primavera con la vegetazione rigogliosa che fiorisce ed in autunno quando le vigne sono cariche del prezioso frutto. Anche se gran parte delle salite di questo percorso sono ombreggiate, in estate le temperature potrebbero essere toste e i bikers in generale preferiscono quote più elevate.castello oldofredi iseo
Il punto di partenza del nostro itinerario in MTB in Franciacorta è la cittadina di Iseo, adagiata sulla sponda sud orientale del lago. Dal centro storico e più precisamente da Piazza Garibaldi seguiamo Via Mirolte passando davanti al castello Oldofredi risalente all'XI secolo. Svoltiamo a sinistra su Via Roma, già sul tracciato della GimondiBike, superiamo la prima rotonda e poi giriamo a destra su Via Bonomelli per iniziare a salire su asfalto.
Man mano che guadagniamo quota si riescono a scorgere in lontananza la Presolana, le propaggini più basse dell'Adamello, il Monte Guglielmo, il lago di Iseo e le sue torbiere.salita da iseo lago
Arrivati a quota 500 m si lascia l'asfalto per imboccare sulla destra una sterrata che costeggia inizialmente il recinto di allevamento per cani da caccia al cinghiale. Il tracciato spiana addentrandosi tra la vegetazione, supera il torrente Curtel e finalmente appaiono le prime indicazioni del Gimondi Bike trail. Un breve strappo ci porta a scollinare prima di iniziare la divertente discesa poco più avanti sulla sinistra.salita mafa

Discesa verso Provezze

 
La discesa è da subito aggressiva con un single trail incanalato tra due sponde di terra, man mano che si avanza diventa meno tecnica ma più veloce e divertente. Curve e rampe su tratti sassosi si alternano facendo perdere velocemente quota. Lo sterrato termina su asfalto a Provezze. Si seguono le indicazioni della Gimondi Bike verso Sergnana pedalando tra i vigneti della Franciacorta e, dopo averla costeggiata, si svolta sulla sinistra per imboccare il single trail del Monte San Michele. Si risale con facilità per poi iniziare una rapida discesa sempre su single trail ancora verso i vigneti t
ra Provezze e Camignone di Passirano. 
discesa mafa gimondibike
Dal prato in fondo alla discesa seguiamo la traccia di sentiero fino ad un bivio dove si continua a seguire l'erba a destra in direzione di un cancello (lo abbiamo trovato accostato ma aperto).
Dopo aver attraversato la strada si imbocca nuovamente lo sterrato per poi svoltare a sinistra in direzione di Fontecolo. La segnaletica ci guida a destra appena oltre il piccolo cimitero: prima per pedalare tra alcune case e poi per immergerci ancora una volta nel bosco. In questo tratto una breve salita insidiosa mette alla prova la pedalata e i sassi presenti sullo sterrato non aiutano.

Provaglio d'Iseo e il Santuario della Madonna del Corno

Dopo la salita nel bosco  si riprende a scendere tenendosi alla sinistra di Provaglio d'Iseo. Si scende facilmente (presta solo un po' di attenzione al ghiaccio nei mesi invernali!) per sbucare su asfalto. Al bivio la Gimondi Bike continua sulla sinistra ma, se si ha poco tempo o si vuole accorciare l'itinerario MTB di qualche chilometro come abbiamo fatto noi, si può svoltare a sinistra.
Su questa strada secondaria eravamo già passati anni fa durante un viaggio in bici cicloturistico da Bergamo a Desenzano e le indicazioni del percorso ciclabile verso Paratico ce lo ricordano.
Poco più avanti seguiamo sulla destra una sterrata pianeggiante che corre tra gli ulivi in un paesaggio rilassato e piacevole. Il lago di Iseo non si vede ancora ma siamo certi che tra poco comparirà. discesa monte san micheleA Provaglio di Iseo si può allungare l'itinerario per una visita al Monastero di San Pietro in Lamosa risalente a prima del 1083. Per proseguire nel nostro itinerario, dopo aver attraversato il borgo, iniziamo la breve ma intensa salita su ciottolato verso il Santuario della Madonna del Corno che si erge in posizione panoramica sopra il paese.
L'ascesa, come dicevo, non è lunga ma mette a dura prova chiunque con picchi del 18-20% di pendenza.madonna del corno provaglio

Discesa finale verso Iseo

Il Santuario Madonna del Corno è il luogo ideale per una sosta con vista panoramica su una fetta di Franciacorta e sulle torbiere del Lago di Iseo. Costruito nel 1500 conserva degli affreschi importanti oltre a costituire un luogo di pellegrinaggio molto visitato in zona.
lago d iseo
Poco oltre il santuario comincia l'ultima discesa dell'itinerario mountain bike, veloce e divertente nel bosco che non regala particolari scorci sul lago. Seguendo la segnaletica della Gimondi Bike si approda a Iseo dopo 28 km a zonzo per la Franciacorta. Se volete seguire l'intero itinerario di gara potete dare un'occhiata al sito ufficiale della competizione mentre per altri percorsi in zona potete dare un'occhiata alla sezione di Life in Travel dedicata al lago d'Iseo.
Gimondi Bike in MTB lifeintravel.it
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×
Ti potrebbe interessare