Da Dresda verso l'Italia, finisce il viaggio in bici per l'Europa di Stefano

Pubblicato in Viaggi
Vota questo articolo
(1 Vota)
Ciao a tutti,
dopo quasi 6 mesi in giro per l'Europa, il 19 giugno scorso ho terminato il mio viaggio in bici.
Da Dresda, dove vi ho mandato l'ultimo aggiornamento, sono entrato in Polonia e ho attraversato il sud del paese, visitando le bellissime città di Breslavia e Cracovia, i campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau ed infine la zona dei Monti Tatra al confine con la Slovacchia, dove ho abbandonato la bici per un giorno per esplorare a piedi le montagne e i laghi della zona.

Oltre il ponte della libertà

 
Monti-Tatra-PoloniaIn Slovacchia ho preso un treno che da Poprad mi ha condotto velocemente a Bratislava, dove ho ritrovato il Danubio, che già avevo seguito per un breve tratto nell'autunno scorso, tra Vukovar e Belgrado. Poche ore di bicicletta sono sufficienti per passare da Bratislava a Vienna, due capitali che fino a 25 anni fa erano divise dalla cortina di ferro e che dal 2012 sono unite dal “ponte ciclabile della libertà”, costruito per unire le sponde austriaca e slovacca della Morava. Incontri piacevoli e bei paesaggi mi hanno accompagnato anche nell'ultima settimana di viaggio.
A Natschbach-Loipersbach (comune gemellato con Cornuda, dove abito) sono stato accolto dal sindaco. A Graz e Maribor sono stato ospitato per le ultime volte attraverso Couchsurfing da ragazzi tedeschi e polacchi.
Di ritorno in Italia lungo la ciclovia Alpe Adria, infine, sono stato accolto a Pontebba da Gio e Rosy, prima dell'ultima lunga pedalata fino a casa.
 
Per me è difficile scrivere un bilancio personale di un'esperienza del genere che sia comprensibile anche a chi non l'ha vissuta, quindi mi limito a darvi alcune cifre ed alcuni link con risorse fotografiche e informazioni pratiche riguardo a questo viaggio europeo:
Qui si conclude il mio racconto. Spero in futuro di leggere molte altre storie di cicloviaggiatori che partono alla scoperta dell'Europa e dei molti popoli che la abitano.
Stefano
 
Avete già letto gli aggiornamenti che Stefano ci ha inviato nelle scorse settimane? Il suo European Journey attraverso i luoghi più belli dell'Europa è finito, ma le avventure non finiscono qui...  
Da Dresda verso l'Italia, finisce il viaggio in bici per l'Europa di Stefano - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Stefano

Stefano ha intrapreso il suo viaggio in Europa (A European journey) che lo condurrà prima ad esplorare i Balcani fino a giungere in Grecia per poi risalire, tagliare l'Italia, raggiungere la Francia e da lì la Spagna. Infine, dopo essere passato per il Portogallo, si dirigerà verso nord per raggiungere i paesi Bassi, la Scandinavia e ridiscendere attraverso i paesi dell'Est. Potete seguire le sue avventure sul suo blog, sulla sua pagina facebook e su Life in Travel attraverso il tag European journey.
Sito web: aeuropeanjourney.blogspot.it/

Profili social

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 
×