Dolomiti Brenta bike, MTB tour da emozioni forti

Pubblicato in Itinerari in MTB
Vota questo articolo
(4 Voti)
Etichettato sotto
Quest'anno ho finalmente realizzato un sogno: sono riuscito a percorrere il tracciato del Dolomiti Brenta Bike, un itinerario MTB in Trentino che permette di fare il periplo di uno dei gruppi dolomitici a cui sono più affezionato, le Dolomiti di Brenta. La mia fortuna è stata sfacciata perchè oltre ad aver percorso le tre tappe del tour in mountain bike, l'ho fatto in ottima compagnia. Partecipare ad #arteapedali, in occasione dei Suoni delle Dolomiti, è stata un'esperienza strepitosa grazie alla presenza dei cicloartisti che ci hanno accompagnato e alla perfetta organizzazione del primo bike tour "suonato".

Mappa

 
Le Dolomiti in MTB: senz'ombra di dubbio un'accoppiata vincente! Se poi ci si aggiunge musica d'autore e buona compagnia non si può che ottenere un viaggio in bici indimenticabile. Ho avuto la fortuna di partecipare al primo Bike tour organizzato nell'ambito dei Suoni delle Dolomiti ma per sapere com'è andata l'avventura di #arteapedali vi lascio scoprire il racconto in diretta.
Di seguito invece descriverò più nel dettaglio il percorso seguito durante questo tour.
Il Dolomiti di Brenta Bike è un itinerario che ognuno può percorrere grazie alla presenza, su tutto l'anello, di una segnaletica dedicata. E' un bike tour in mountain bike in Trentino, da compiere a tappe in più giorni. Gli itinerari segnalati in realtà sono due: il percorso più impegnativo, il tour Expert, prevede in totale 171 km e 7.700 m di dislivello complessivi mentre il tour Country si snoda per 146 km e 4700 m di dislivello, in gran parte sul fondovalle attorno al gruppo dolomitico del Brenta. Oltre ai tragitti principali sono segnalate anche belle deviazioni che possono essere aggiunte per scoprire le numerose bellezze della zona. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche del percorso Expert, quello da me seguito quest'anno e concluso in tre giorni (la flessibilità è molta e se vorrete organizzare il tour in autonomia potrete allungare o accorciare le tappe a seconda della vostra gamba e del tempo a vostra disposizione).
 

Dolomiti di Brenta Bike - da Molveno al rifugio Peller

 
La partenza del bike tour attorno alle Dolomiti di Brenta, nel nostro caso era prevista a Molveno. Le sponde del lago, l'abbondanza di servizi per il turismo ed il panorama sulla parte meridionale delle Dolomiti di Brenta rendono questa località un ottimo punto d'appoggio per intraprendere quest'avventura. Per chi cerca maggior tranquillità però non è difficile trovare zone meno frequentate come l'area di Comano Terme o la val di Non, dove è possibile anche risparmiare qualcosa nel caso si necessitasse di un punto d'appoggio prima e dopo il bike tour.
Dopo la passerella sul lago, si lascia Molveno per dirigersi verso Andalo, prima su strada e quindi lungo una bella forestale nel bosco. L'inizio è subito in salita! Dopo aver attraversato l'altro centro principale dell'altopiano della Paganella, ci si inoltra nel bosco proprio dietro al piccolo laghetto di Andalo per raggiungere facilmente località Priori. Un altro strappo ci fa raggiungere il primo scollinamento di giornata e la picchiata verso Sporminore alterna una strada forestale al cemento e al single track.
Si passa dall'altopiano della Paganella alla val di Non oltrepassando le rovine di Castel Sporo. Il tracciato percorre ora uno dei tratti, a mio parere, più suggestivi: il sentiero strapiombante oltre Lover che aggira la montagna proprio sotto l'eremo di San Pancrazio, offre panorami mozzafiato sulla bassa val di Non. In pochi chilometri nel bosco si raggiunge il bel laghetto di Flavon, un posto paradisiaco perfetto per un riposo ed un ristoro. Ripresa la bici, sopra Terres nel periodo estivo è possibile attraversare la montagna ed uscire in val di Tovel sfruttando la galleria irrigua riadattata per questo percorso (indossate una giacca antivento perchè all'interno la temperatura è costante attorno ai 10°C). In alternativa si scende in picchiata verso il torrente Tresenga per risalire a Tuenno. Attraverso i meleti tipici della valle si giunge in saliscendi all'imbocco della salita verso il rifugio Peller: a questo punto si hanno nelle gambe già quasi cinquanta chilometri ma ne mancano ancora quattordici, tutti con il naso all'insù! Quando si giunge ai 2020 m del rifugio Peller tutta la fatica però scivola via in un batter d'occhio e la maestosità del paesaggio cancella stanchezza e dolori muscolari!
 
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
 

Dolomiti di Brenta Bike - Dal rifugio Peller al rifugio Graffer

 
Un risveglio in rifugio è sempre un'emozione! I primi raggi del sole che scaldano la roccia e le ossa. La rugiada che ricopre i pascoli. Il profumo di Natura.
Il rifugio Peller segna lo spartiacque tra la Val di Non e la Val di Sole verso la quale ci si dovrà dirigere. Vi sono svariate alternative per scendere fino a raggiungere la pista ciclabile della Val di Sole all'altezza di Malè: la più suggestiva è quella che conduce verso la val Nana, ripercorrendo in discesa per qualche centinaia di metri la strada fatta per raggiungere il rifugio, fino al lago Durigal. Qui un'erta rampa conduce all'imbocco di quella che per me è una delle più belle vallate del Brenta: selvaggia e poco nota, la val Nana è il rifugio perfetto dell'orso oltre che di numerose marmotte. Si oltrepassa la malga Tassulla e con un breve tratto di sentiero si scollina al passo della Forcola (2150 m). Qui un primo tratto di sentiero in picchiata conduce al lago delle Salare da cui raggiungere la malga Cles dove ci si ricongiunge alla strada che aggira il Peller sul versante settentrionale (percorso ufficiale del Dolomiti di Brenta Bike). Il dedalo di sentieri e strade forestali permette di scegliere la discesa che più si addice alle proprie capacità. 
Un breve tratto di collegamento in Val di Sole su pista ciclabile conduce a Carciato, ai piedi della Val Meledrio dove si ricomincia a salire lungo quella che è anche conosciuta come l'antica strada dell'Imperatore. Dopo numerosi tornanti, ponti a strapiombo sul torrente e pendenze impegnative si giunge al passo Campo Carlo Magno da cui proseguire su strada carrozzabile fino al rifugio Graffer, affacciato sulle Dolomiti da un lato e sull'Adamello dall'altro.
 
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
 

Dolomiti di Brenta Bike - Dal rifugio Graffer a Molveno

 
Altro risveglio sublime in rifugio e dopo una discesa mozzafiato verso il monte Spinale si raggiunge in men che non si dica Madonna di Campiglio. Un breve tratto su asfalto e si giunge al rifugio Vallesinella, da poco ristrutturato. Una breve pausa e ci si tuffa in picchiata verso l'imbocco della val Brenta, con una sosta obbligata per ammirare le Cascate di Mezzo del Sarca di Vallesinella. Da qui in avanti si dovrà risalire la val d'Agola: fino al lago omonimo si può restare in sella su comoda strada forestale mentre gli ultimi trecento metri di dislivello vengono coperti con un sentiero da fare a spinta (un'oretta circa) fino al passo del Gotro. 
La discesa passa per malga Movlina e quindi su strada forestale conduce fino all'albergo Brenta. Da questo punto in poi si ritorna su asfalto e la val d'Algone scende fino a raggiungere l'area di Comano. Una breve risalita, sempre su asfalto, conduce alle cascate del Rio Bianco e successivamente a Stenico, con il bel castello che domina la vallata. La risalita verso Molveno si snoda tra gli antichi borghi della zona: Davodo, Dorsino, San Lorenzo in Banale. Giunti al lago Nembia ci si inoltra nel bosco per raggiungere Molveno dalla sponda occidentale del lago e concludere sulla spiaggia un'avventura che non si dimenticherà molto presto!
 
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
Dolomiti di Bre...
La descrizione dell'itinerario del Dolomiti di Brenta Bike fatta qui sopra è completa. In realtà personalmente non ho affrontato in bici la salita della val Meledrio il secondo giorno (sfruttando invece il servizio di bicibus presente tra le Dolomiti di Brenta ed il lago di Garda) ed il rientro da Stenico a Molveno (fatto anch'esso con il bus). La traccia GPS disponibile qui per il download quindi non rispecchia il reale percorso del Dolomiti di Brenta Bike nell'ultimo tratto tra Stenico e Molveno.
Per maggiori informazioni sul bike tour Dolomiti di Brenta Bike potete consultare direttamente il sito ufficiale dell'itinerario mentre per altre informazioni di carattere turistico sulla zona potete dare un'occhiata ai siti delle aziende turistiche locali:
Il percorso inoltre si snoda per la quasi totalità nel territorio del Parco Naturale Adamello Brenta che ha un ruolo di rilievo nella realizzazione e manutenzione del percorso.
Dolomiti Brenta bike, MTB tour da emozioni forti - 4.0 out of 5 based on 4 votes
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Lago d'Iseo in due

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×