Come regolare la posizione in sella alla bici

Pubblicato in Ruote grasse
Vota questo articolo
(4 Voti)
Etichettato sotto
E' doveroso premettere che la posizione in sella ad una bicicletta, sia che si tratti di una mountain bike sia che si tratti di una bici da corsa, è una cosa seria che deve essere valutata attentamente soprattutto da coloro i quali trascorrono molte ore in sella al proprio mezzo. Per questo vi sono specialisti che tramite adeguate analisi biomeccaniche possono valutare la nostra migliore postura e progettare una bicicletta regolata appositamente per le nostre esigenze.
Detto questo, esiste una fascia di sportivi che magari si è appena avvicinata alla pratica della mountain bike oppure che percorre poche centinaia di chilometri l'anno con la bicicletta e che non vuole spendere cifre impegnative per regolare la propria posizione. Questo breve articolo si rivolge a tale gruppo di appassionati delle due ruote e cerca di riassumere brevemente i passaggi fondamentali per regolare al meglio la propria posizione sulla bicicletta ed evitare di soffrire di mal di schiena, torcicollo, indolenzimento dei muscoli...ogni volta che si salta in sella.

Il telaio giusto

Il primo passo ed anche il più importante per avere una bicicletta realmente adatta alle nostre misure, è acquistare un mezzo (telaio) della taglia adeguata. Oggi quasi tutte le grandi aziende non producono più telai su misura bensì, lavorando in serie, commerciano circa tre o quattro taglie sulle quali andare a montare la componentistica adatta ad ognuno. Per questo, una volta valutata la giusta misura del telaio, dovremo montare componenti (pipa del manubrio, pedivelle, canotto, sella...) che ci facciano ottenere una geometria dell'intera bicicletta adatta a noi. Logicamente se state acquistando una bicicletta nuova queste operazioni dovranno essere cura del vostro negoziante che in maniera più o meno efficiente adeguerà la componentistica al vostro fisico. Il problema sorge se volete acquistare una bicicletta usata, o se avete una bicicletta che magari vi è stata regalata e la volete sistemare senza dover spendere qualche centinaia di euro da uno specialista.
Per prima cosa il telaio: non esiste una corrispondenza specifica tra la vostra altezza e la misura del telaio adatta a voi poichè ognuno di noi ha una anatomia differente. C'è chi ha delle gambe lunghe ed un busto più compatto, chi ha gambe corte e braccia lunghe, chi braccia e gambe lunghe, eccetera... Si possono quindi dare solo delle indicazioni di massima. Considerando le misure del telaio in pollici la taglia 14 -16 sarà adatta ad una persona più piccola di 1.60 m, taglia 16-18 per chi è circa 1.70 m e la taglia 18- 20 per persone attorno ad 1.80 m.
 

Posizione in sella e componenti

Una volta scelto il telaio le componenti che influenzano la posizione in sella sono pricipalmente tre:
  • la sella, regolabile in altezza, inclinazione e avanzamento;
  • il manubrio, regolabile in altezza ed avanzamento tamite la pipa che lo congiunge alla forcella ed infine
  • le pedivelle dei pedali.
Se abbiamo acquistato la bicicletta usata e non vogliamo sostituire alcun componente, avremo la maggior possibilità di regolazione sulla sella. Possiamo regolarne l'altezza allentando la vite che fissa il canotto al telaio. Per stabilire l'esatta posizione si può effettuare una semplice prova: indossiamo le calzature che utilizzeremo per le nostre uscite, saliamo in sella e appoggiamo il tallone sul pedale. Sorretti da un amico pedaliamo indietro fino a raggiungere il punto in cui la pedivella si trova verso il basso e parallela al tubo verticale del telaio. In questa posizione la nostra gamba dovrà essere distesa senza però avere i muscoli in tensione. Una volta regolata l'altezza del sellino con questo metodo, pedaliamo all'indietro. Se ci accorgiamo che l'estensione delle nostre gambe non è completa, alziamo il sellino; se al contrario oscilliamo con le anche quando pedaliamo, dovremo abbassare la sella.
In linea di massima la sella dovrebbe essere regolata in posizione orizzontale e parallela al terreno, ma per trovarci un pò più comodi in salita potremo inclinare leggermente il sellino in avanti, tenendo presente che ci troveremo ad essere un pò più scomodi nell'affrontare le discese.
Ora ci dovremo concentrare sulla lunghezza della nostra bicicletta. Anche qui cercherò di dare alcune nozioni empiriche per quanto riguarda il posizionamento: potremo agire sulla sella spostandola avanti o indietro regolandone le viti sotto di essa. Altra possibilità per regolare la lunghezza della luce tra sella e manubrio è la sostituzione della pipetta che sorregge il manubrio dato che ne esistono di diverse misure. Per valutare la posizione in avanzamento, sediamoci sul sellino ed impugniamo il manubrio. In linea di massima guardando verso il basso sulla ruota anteriore dovremo vedere il mozzo della ruota leggermente oltre la linea del manubrio. I gomiti dovranno essere leggermente inclinati mentre impugnamo il manubrio senza però sentirci ingobbiti sulla sella o troppo alti con il busto. Ulteriori regolazioni che però esulano dalla presente trattazione possono essere fatte inserendo dei profili sotto la giunzione della pipa manubrio per alzare quest'ultimo e nella lunghezza delle pedivelle dove vengono fissati i pedali.

Provare e regolare

Più che molte parole comunque conta la pratica ed in particolare il feeling che noi abbiamo con il nostro mezzo: facciamo qualche chilometro dopo aver effettuato le regolazioni e ci accorgeremo subito se esse avranno migliorato o peggiorato le nostre sensazioni ed il nostro comfort. Effettuate in un secondo momento regolazioni, anche minime, per migliorare le vostre sensazioni.
Se avete problemi di natura fisica come mal di schiena cronico, sciatalgia o altro e non volete rinunciare a questo splendido sport che è la mountain bike, rivolgetevi ad un esperto che vi potrà sicuramente consigliare la soluzione migliore per proseguire nella pratica della MTB.

Altre guide che vi potrebbero interessare:

Una breve video guida su come centrare una ruota della bicicletta

Una breve  video guida su come sostituire la catena della bicicletta

Una breve video guida su come regolare il deragliatore della propria bici

Una breve video guida su come regolare il cambio

Come regolare la posizione in sella alla bici - 3.3 out of 5 based on 4 votes
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 piergiuseppe 2009-02-11 14:02
sto articolo va bene anche per chi va in bdc...
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Leonardo Corradini 2009-02-11 17:09
certo che sì, la regolazione della sella è uguale anche per chi va in bdc.
Diverse sono invece le considerazioni per quanto riguarda la regolazione della lunghezza...

PS: tirapacchi ti ho mandato un messaggio privato, guarda nel tuo profilo. 8)
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 gianni brocca 2014-04-28 12:19
bundi a tutti chi sa indicarmi un tecnico in trentino o veneto che mi sappia regolare la mia bici x una corretta postura ? grazie di cuore
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 
×
Ti potrebbe interessare