Colli Berici: ciclabile, rapaci ed agriturismi | terza parte

Pubblicato in Italia
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Dopo aver scoperto l'altopiano di Asiago ed esserci rifatti occhi e palato negli agriturismi del Veneto, proseguiamo l'avventura da Agrituristi per caso saltando in sella per percorrere la ciclabile dei colli Berici, raggiungere il lago di Fimon e fare due chiacchiere con Alberto al centro recupero rapaci. Come degna chiusura di questi giorni tra gli agriturismi veneti, non potevamo non sederci a tavola per un'ultima mangiata in compagnia!

Colli Berici al sole

 
Di nuovo sveglia alle 7.30, apro la finestra e la stanza si riempie di luce: finalmente il sole. L’Azienda agrituristica Spillichi è situata nel cuore dei Colli Berici, tra prati e boschi dai quali spuntano le montagne innevate; riconosco chiaramente il Pasubio e le piccole Dolomiti. L’ambiente è curato e signorile ma non per questo freddo, anzi. Il bagno, ad esempio, è adorabile con quel colore turchese delle pareti. Scendo al piano terra e mi intrattengo a chiacchiere con la signora impegnata nel farci la colazione. In una grande stanza scorgo delle belle stampe di Padova, Treviso e Verona, nella stanza a fianco il caminetto è acceso e sulla tavola elegantemente apparecchiata trovo torte, fragole, pane fatto in casa… insomma, la fine del mondo.
 
 
{phocagallery view=category|categoryid=404|limitstart=22|limitcount=6}
 

Ciclabile dei colli berici e rapaci

 
A forza di chiacchiere arriviamo un poco tardi al nostro appuntamento. Muniti di bici io, Betty, Arianna e Cristian imbocchiamo la ciclabile dei colli Berici poi svolta a sinistra e per stradine secondarie ci spingiamo sino al lago di Fimon e poi oltre sino al centro riabilitazione rapaci di Vicenza. Qui, l’esperto di rapaci, Alberto Fagan, per conto del WWF Veneto si occupa personalmente di custodire, curare e riabilitare i rapaci consegnati al centro. Alberto è una persona decisamente alla mano, una persona che si è innamorata da giovane di questi animali, che ha studiato all’estero la materia e che ha trasformato la sua passione in un lavoro. Vedere volare un falco nell’atto di attaccare una preda o vedere ricoverati in apposite gabbie un gufo reale, una civetta o un'aquila reale, sono cose piuttosto uniche, come unico è sostenere col proprio braccio protetto da un guanto, un condor. Confesso, non pensavo fossero così interessanti questi colli Berici.
 
{phocagallery view=category|categoryid=404|limitstart=28|limitcount=7}
 
 
I miei compagni di biciclettata Arianna e Cristian mi ingiuriano contro perché io sono allenato mentre plaudo la mia Betty che spiega ad Arianna come cambiare marcia. Non so quanti chilometri abbiamo fatto, comunque avvertiamo Elisa del ritardo, si perché tutti ci stanno aspettando per l’ultimo pranzo all’agriturismo Il Palazzone di Montegalda. Alle due del pomeriggio entriamo trionfanti nel grande salone. Anche oggi un’accoglienza assolutamente cordiale e di tipo familiare ed una mangiata dignitosa; più volte assaporo infatti la pasta coi piselli. Il Palazzone, questa dimora di campagna del 1500, ospita la famiglia Brunello che nel 1840 fondò la distilleria Fratelli Brunello, ancora oggi in funzione e rinomata per la sua grappa, la più antica distilleria artigianale in Italia.
 
 
{phocagallery view=category|categoryid=404|limitstart=34|limitcount=10}
 

Chiusura in bellezza

 
Il tour con esaustiva spiegazione di come si produce la grappa denota professionalità e naturalmente passione. Sono le sedici, l’ora dei saluti, del liberi tutti. Noi per tornare a casa tagliamo il Veneto verso nord, saliamo al Pian delle Fugazze per vedere da vicino la neve e scendiamo per la Vallarsa sino Rovereto e quindi Arco. Siamo davvero carichi, e non intendo semplicemente sazi, ma più consapevoli perché nel nostro piccolo abbiamo scoperto nuove realtà. Questo nuovo rapporto così diretto e sincero fra il consumatore e le persone che abbiamo conosciuto, persone che comunicano le loro esperienze, le loro passioni e la loro storicità è un'autentica forza. L’agriturismo è il vero matrimonio tra territorio e prodotti, non per forza redditizi. È bene conservare e reclamizzare queste sinergie.
Per concludere una battuta: “La boca no l’è straca se no la sa da vaca”.
 
{phocagallery view=category|categoryid=404|limitstart=44|limitcount=4}
 
 
Luca Gotico

Trentino D.O.C., vivo nella splendida conca del Garda, che adoro. Appassionato di MTB e montagna, arte e cultura. Mi diletto ad esplorare il nostro Trentino, non solo dall'alto della sella di una bicicletta. Non disdegno nemmeno visitare moste e musei d'arte.
In una sola espressione: amo la libertà.

Profili social

Aggiungi commento

Commenti  

# 0 Emanuela Denti 2014-02-19 10:38
Ciao, vi chiedo se avete la mappa del percorso.. dev'essere molto bello e piacerebbe anche a me farlo.. Grazie!
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Vero 2014-02-19 20:41
Citazione:
Ciao, vi chiedo se avete la mappa del percorso.. dev'essere molto bello e piacerebbe anche a me farlo.. Grazie!
Ciao Emanuela, la mappa del percorso e di altri itinerari ciclabili in zona li trovi sul sito dei colli berici:))
http://www.colliberici.it/?pg=mappe&id=2 :) Scrivici pure se hai altre curiosità e buone pedalate! 8)
Veronica
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Emanuela Denti 2014-02-20 10:39
Citazione:
Ciao, vi chiedo se avete la mappa del percorso.. dev'essere molto bello e piacerebbe anche a me farlo.. Grazie!

Ciao Emanuela, la mappa del percorso e di altri itinerari ciclabili in zona li trovi sul sito dei colli berici:))
http://www.colliberici.it/?pg=mappe&id=2 :) Scrivici pure se hai altre curiosità e buone pedalate! 8)
Veronica
Grazie!!
Il vostro percorso è il primo? Quanti km sono? C'è dislivello? Scusa per le mille domande!!
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
# 0 Vero 2014-02-20 21:59
Citazione:
Ciao, vi chiedo se avete la mappa del percorso.. dev'essere molto bello e piacerebbe anche a me farlo.. Grazie!

Ciao Emanuela, la mappa del percorso e di altri itinerari ciclabili in zona li trovi sul sito dei colli berici:))
http://www.colliberici.it/?pg=mappe&id=2 :) Scrivici pure se hai altre curiosità e buone pedalate! 8)
Veronica

Grazie!!
Il vostro percorso è il primo? Quanti km sono? C'è dislivello? Scusa per le mille domande!!
Ciao:) figurati Emanuela! Luca e Betty hanno fatto un pezzo di questo: http://www.piste-ciclabili.com/itinerari/1473-monti-berici-lago-di-fimon da K a H (quindi un pezzo breve senza dislivello importante ma un po' di discesa:)) Circa 10 km fino al centro recupero... il giro indicato è più tosto ma merita di sicuro:) buona serata!
Rispondi Rispondi con citazione Citazione
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito