Centro riabilitazione orangutan di Sepilok nel Borneo

Pubblicato in Parchi e riserve
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Il centro di riabilitazione degli orang utans di Sephilok non è una riserva qualunque. E' un angolo di speranza per una tra le specie più a rischio del nostro pianeta, gli orang utans. Questi animali così simili a noi hanno subito, soprattutto a causa della perdita del loro habitat, un crollo numerico nel passato ed ora si cerca di salvarli attraverso l'istituzione di queste riserve. L'accesso ai turisti permette di avere un introito che viene reinvestito nella conservazione... speriamo possa servire.

Informazioni utili

Malesia - Borneo

DETTAGLI PARCO
Estensione  43 kmq
Territorio Foresta pluviale
Biglietto d'ingresso 30 RM + 10RM macchina fotografica
Sito UNESCO No
Sito web Orangutan-appeal.org
COSA FARE
Escursioni
Birdwatching
Campeggio
QUANDO ANDARE
MaggioGiugnoLuglioAgosto

Curiosità

Fuga dai macachi

Intorno alla piattaforma dove vengono alimentati gli animali sono state issate delle corde elastiche per permettere alle scimmie di poter raggiungere più facilmente il luogo del banchetto.
All'arrivo dei macachi alla piattaforma (successivo a quello degli orang-utans), le mamme orang-utan con i piccoli al collo si dileguano sempre molto rapidamente (i cuccioli restano con la mamma fino ai 7-10 anni di età)

Come arrivare

Per giungere fin qui da Kota Kinabalu è necessario seguire la strada che si inoltra sulle montagne in direzione del Parco Nazionale del monte Kinabalu. Viaggiando per circa 300 chilometri fino al bivio fra Lahad Datu e Sandakan, dovrete seguire la strada verso quest'ultima per altri 25 km circa. A 24 km da Sandakan si incontrerà una rotonda dove un evidente cartello indicherà Sepilok sulla destra: da qui sono solo 2.5 km che si trova in fondo alla strada.

Centro di riabilitazione degli orang utans di Sepilok - Malesia

Questo centro di riabilitazione e monitoraggio degli orang-utan si trova nello stato di Sabah nel Borneo malese ed è una delle pochissime riserve naturali di questo tipo presenti al mondo. Nel contesto ambientale che racchiude al suo interno due differenti tipi di foresta, la pluviale e quella di mangrovie, è stato costruito un circuito lungo una passerella di legno rialzata che conduce alla piattaforma dove avviene due volte al giorno, alle 10.00 ed alle 15.00, il "feeding" degli orang-utan. Al banchetto partecipano anche macachi dalla coda lunga e dalla coda a maiale, oltre che qualche orang-utan. Nell'edificio sulla sinistra dopo l'arco d'ingresso, ad orari prestabiliti, viene proiettato anche un interessante video che narra la storia di questi splendidi animali nella riserva.  Sul lato opposto è collocata la biglietteria dove si possono chiedere informazioni e soddisfare curiosità. Qui è allestita un'esposizione permanente di pannelli con dati e caratteristiche dei primati e, per chi volesse, è anche possibile aquistare qualche ricordo nell'adiacente negozio di souvenir o scegliere di adottare un piccolo del centro per una cifra modesta. Oltre la biglietteria si accede alla passerella di legno, ma prima di entrare bisogna lasciare borse e bagagli negli appositi armadietti situati accanto alla sala proiezioni (uso gratuito). Se arrivate nel pomeriggio ed assistete ad un solo "feeding", il vostro biglietto d'ingresso vi permetterà di presenziare anche a quello della mattina seguente. Dal circuito, poche decine di metri oltre la piattaforma, è anche possibile inoltrarsi nella giungla lungo un sentiero a cui si accede da un cancelletto, ma per seguirlo bisogna prima ottenere il permesso (gratuito) in biglietteria. Ricordate che è necessario uscire dal sentiero e dal circuito entro le 16.30, orario in cui il centro chiude.
Se volete trascorrere la notte nei dintorni, avrete l'imbarazzo della scelta! Noi abbiamo optato per il Labuk b&b facente parte del Sepilok forest edge resort (30RM in dormitorio, con abbondante colazione), immerso in uno splendido e ben curato parco. Nell'edificio aperto del ristorante/reception è possibile accedere al servizio di WiFi o internet gratuito mentre poco oltre una Spa-Iacuzzi inserita nel contesto verde è a disposizione degli ospiti per 10RM al giorno.
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it
  • Nessun commento trovato

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×