Sono trascorsi quasi 20 anni da quando la sanguinosa guerra in Jugoslavia sconvolse l'Europa e la geografia di questa nazione che non esiste più. Raffaele, dopo numerosi altri viaggi per il mondo, quest'anno ha deciso di percorrere le strade ed i sentieri che separano Trieste e Spalato per far rivivere la memoria di questa area dei Balcani.
Ha viaggiato in bici attraverso Croazia e Bosnia raccontando stralci di storia, di sofferenza e di guerra ma anche di rinascita e speranza...
Una tappa tutta d'un fiato. Aria di casa, di cottà, di riposo. E' l'ultima purtroppo, per fortuna, di già, finalmente. Sembra ieri, e forse lo è, che ho salutato i miei a Lupoglav, nel nulla dell'Istria continentale. Ora sono qui seduto in un bar di Sarajevo, in Bosnia a guardarmi alle spalle. Ho deciso di chiudere qui il mio tour dei Balcani in bicicletta, non per la mancanza di volontà di proseguire e continuare a scoprire nuovi angoli di mondo ma semplicemente per la forza simbolica di una conclusione nel cuore pulsante della Bosnia, la sua anima e capitale. Inoltre provo una sensazione strana, mai provata prima nei miei vagabondaggi: nostalgia di casa, di montagne, di frescura serale, di sterrati e single track in MTB, di passeggiate con la fedele Farah al seguito, di caffè al bar con l'amico Ale, di un pasto "all'italiana". Sarà l'età che avanza, sarà il momento particolare della mia vita, sarà... ma ho deciso: Sarajevo, le sue vie, i suoi profumi e colori, i suoi mercanti che ti attirano, i muezzin che risuonano al tramonto, i minareti che dominano i bassi edifici del centro; sarà questa la mia ultima visione della Bosnia e di questo breve ma intensissimo viaggio nei paesi sorti dalle macerie Jugoslave.

Tara river - Sarajevo, Bosnia in bicicletta fino alla fine - 4.0 out of 5 based on 1 vote
Altra giornata da antologia nel viaggio in bici in Croazia, Bosnia e Montenegro ...ma iniziamo dalla serata precedente. Dopo aver scritto qualche appunto davanti ad una birra fresca sono rientrato in ostello per la cena prevedendo di uscire appena terminato per qualche scatto notturno del centro cittadino di Mostar e del suo Ponte Vecchio. Ho aperto la porta dell'ostello ed un bel "Ciao!" mi ha accolto squillante. E' la ragazza che sta in stanza con me e di cui avevo intuito le origini italiane sbirciando appena arrivato i suoi libri gettati distrattamente sul letto ("Notturno indiano" di Tabucchi e "L'alchimista" di Coelho). Ed invece mi sbagliavo! Adrianne è di Losanna, Svizzera, e parla benissimo italiano, inglese, tedesco, francese ed un pò di spagnolo. Ha vent'anni ed è simpaticissima.
Da Mostar alle cascate Kravica: Bosnia in bici - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Giornata assolutamente rilassante per raggiungere, in sella alla bici, il ponte di Mostar ed il suo centro divenuto il simbolo della ricostruzione del dopo guerra in Bosnia-Herzegovina. Ma facciamo un passo indietro, ieri mi sono concesso una cena, a dire il vero piuttosto frugale, cucinata dal proprietario della baita in cui mi trovavo a dormire. Una birra innaffiava delle enormi fette di zucchine impanate ed una zuppiera di pomodori e cetrioli. Al mattino, quando è tempo di pagare, mi stupisco della cifra: 30KM (15€), davvero un prezzo astronomico per queste zone!
Riparto rigenerato verso le 7.30 per scollinare circa 100m più avanti. Di qui in poi la strada proseguirà in discesa e pianura fino al termine della tappa odierna a Mostar.
La notte nel bungalow mi ha ristorato e quando mi sono svegliato ero in piene forze. Ho preparato colazione ed una volta pronto ho lasciato la casetta per andare a pagare, pronto per ripartire per il viaggio in bici tra Croazia, Bosnia e Montenegro. Quando mi sono avvicinato il cameriere mi ha fatto cenno di sedermi ad un tavolo per avere la mia colazione evidentemente compresa nel prezzo a mia insaputa. Mi sono a malincuore fatto una ragione dell'incomprensione  e per la seconda volta in pochi minuti il mio stomaco è entrato in azione trovandosi ad affrontare un'enorme omelette col prosciutto ed una tazza di caffelatte. Salto in bici appesantito e pronto per affrontare la discesa che mi conduce in poco tempo sulle sponde del lago Pliva. Le seguo fino ad entrare in Jajce.
Durante questo viaggio in bici in Croazia, Bosnia e Montenegro, mi sto abituando a dormire in tenda tanto che oggi mi sono svegliato alle sette, un'ora circa più tardi del solito. Accelero le operazioni mattutine dato che ho in previsione una lunga giornata sui pedali e già la calura si inizia a sentire. L'obiettivo è giungere a Jajce o nelle sue vicinanze dove si trova un lago, per poter pernottare in un camping tra quelli che si trovano sulla sua sponda orientale. Sono consapevole, grazie all'avvertimento di Frank ed Alice, che appena fuori Bihac la strada inizierà ad impennarsi in salita per raggiungere un esteso ed ondulato altopiano. Le notizie ricevute si rivelano azzeccate e prima di avere un pò di tregua devo percorrere circa 10 km per giungere a 700 m circa di quota. Qui, tra immensi campi di grano e patate, la strada prosegue vallonata.

 

Foto del mese

Lago d'Iseo in due

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×
Ti potrebbe interessare