Borse da bici: Crosso Expert, per cicloviaggiatori tosti

Pubblicato in Recensioni
Vota questo articolo
(3 Voti)
Etichettato sotto
Durante il nostro viaggio in bici in Norvegia da Oslo a Bodø, grazie alla sponsorizzazione dell'azienda polacca Crosso con cui avevamo già avviato una proficua e positiva collaborazione durante i nostri dieci mesi in bici in Asia, abbiamo avuto a disposizione due paia di borse da bici Crosso Expert che abbiamo potuto testare a fondo nelle piovose e gelide lande scandinave.
Prima di entrare nel dettaglio, se non lo hai già fatto, ti consiglio di leggere questa breve guida su Consigli e confronti per scegliere le scarpe MTB

Borse Crosso Expert: caratteristiche

Tipo di test
Tre anni di viaggi in bici:  Norvegia, Marocco, Italia e Sudamerica
Luglio 2014 -Gennaio 2016
Bici da viaggio, con tutti i tipi di terreni e lunghi tratti di camminata
Giudizio
Generale:
Design:
Montaggio:
Capienza:
Aggancio:
Impermeabilità:
Visibilità:
Per prima cosa vediamo le caratteristiche tecniche di queste borse da bici dell'azienda Polacca:
  • Materiale: Cordura
  • Capacità: 40 - 60 litri (esistono due versioni - noi abbiamo testato le 60 litri)
  • Fibbie: Duraflex
  • Posizione sulla bicicletta: portapacchi posteriore
  • Sistema di attacco: crosso con due ganci in acciaio nella parte superiore con cinghia regolabile e gancio inferiore con rinforzo in propilene
  • Aggiunta di due borsette posteriori per il trasporto di altro equipaggiamento
  • Cuciture: saldate
  • Impermeabili
  • Visibilità: fino a 600 metri
  • Peso: 2 kg e 600 grammi

Borse da bici: colossi e piccoli pesci

Quando si tratta di scegliere le borse da bici per i propri viaggi spesso e volentieri, almeno in Europa ed in Italia, ci si imbatte in prodotti di aziende tedesche come Ortlieb o Vaude, sicuramente aziende al top nella qualità, ma che ormai hanno raggiunto una popolarità tale da poter vendere, prima ed oltre alla qualità del proprio prodotto, anche il loro marchio. Crosso non ha questo vantaggio dalla propria ed essendo un'azienda medio piccola si pone in un segmento di mercato diverso, contenendo i prezzi e puntando su un prodotto forse meno appariscente e curato nei dettagli, ma resistente e duraturo. Insomma, la tipologia di borse da bici perfette per noi che amiamo viaggiare lowcost e allungare i tempi.Borse Crosso Expert
 

Crosso Expert, non solo sacca da bici

Come già detto, nel viaggio in bici in Norvegia abbiamo avuto a disposizione il modello Expert di Crosso che abbiamo testato e fotografato sotto il tempo infame che ci ha accompagnato per tutto il mese di #scandibike. Questo modello che è il top di gamma dell'azienda, a differenza delle Twist usate in Asia, ha la peculiarità di avere a disposizione oltre al vano principale anche due borse posteriori più piccole indipendenti che possono essere facilmente rimosse ed applicate attraverso due fibbie ed un gancio in plastica. tasca superioreLe borsette, usate per inserire mappe, macchina fotografica ed altri oggetti di uso frequente, sono comode anche perchè fungono da borsello quando la bici resta "al palo". Sono dotate di occhielli e fornite di tracolla con moschettoncini in plastica che può essere applicata ed usata nelle giornate di riposo o alla sera.
Oltre ciò, un copriborsa che protegge ulteriormente il contenuto dalle intemperie, sigilla la sacca principale con due fibbie ed è disposto di rete interna con cerniera che funge da tasca superiore per i piccoli oggetti di prima necessità (noi ci abbiamo tenuto frontalino e luce posteriore per la bici, block notes e kit degli attrezzi di riparazione, per fortuna inutilizzato).viaggio in bici crosso
 
 

Borse da bici Crosso expert: misure, materiali e prezzi

Le Crosso Expert sono disponibili in due misure, small da 46 l e big da 60 l (la coppia). Dal nome potete intuire che questo prodotto è pensato per chi voglia avere la certezza di poter usare le borse da bici in tutte le condizioni e devo dire, nostro malgrado, che in Norvegia abbiamo ampiamente testato l'impermeabilità delle Crosso. Per quanto riguarda le dimensioni, 60 l sono sufficienti (tenda e saccapelo esclusi) per viaggi di tutti i tipi: sia viaggi in terre fredde dove è richiesto materiale più pesante ed ingombrante, sia viaggi in bici che durino qualche mese o anno! Il modello più piccolo va bene per viaggi più brevi e meno impegnativi oppure può essere utilizzato come borsa frontale accoppiata alle big posteriori per chi preferisca avere il peso distribuito su entrambe le ruote.borsetta posteriore crosso expert I materiali con cui sono prodotte le borse da bici descritte e tutti gli accessori (borsette posteriori e copriborsa) sono Cordura esternamente e polymere internamente: il primo, usato anche per la realizzazione di materiale ed abbigliamento motociclistico, è una fibra che garantisce ottima resistenza all'abrasione e non si rovina se le borse vengono strisciate su qualche muro o ostacolo; il secondo, con cui sono rivestite internamente, garantisce l'impermeabilità delle borse da bici.
Il costo delle small si aggira sui 100€ mentre per quelle più grandi considerate di dover aggiungere altri 20€borsa crosso
 

Aggancio delle borse da bici Crosso al portapacchi

Il sistema di aggancio al portapacchi è quanto di più semplice, ma a mio parere anche pratico, possa esistere: i ganci superiori in metallo non sono chiusi ma vanno semplicemente infilati dall'alto sul tubo orizzontale del portapacchi posteriore. Ciò che garantisce di evitare lo scalzamento delle borse in caso di passaggio su sterrati o terreni sconnessi, è il gancio elastico che va applicato (verso l'alto) sul tubo inferiore del portapacchi stesso, adattandone la lunghezza in maniera tale da fornire una buona tensione all'elastico che manterrà i due ganci superiori nella loro sede. In 6 mesi in Asia ed uno in Norvegia non è mai successo di perdere una borsa, mentre è capitato di rompere un raggio a causa delle buche prese!aggancio portapacchi
L'unico inconveniente che presentano questo tipo di attacchi in metallo è la scalfitura della vernice del portapacchi che con la pioggia e le intemperie porta il portapacchi stesso ad arrugginire (a noi è successo con uno usato in Asia, l'anno successivo in Italia ed ora in Norvegia: prima del prossimo viaggio dovremo probabilmente riverniciarlo). Un'altra accortezza da tenere in considerazione affinchè il sistema di aggancio Crosso funzioni è che il portapacchi sia provvisto di un tubo inferiore orizzontale per poter agganciare l'elastico... non tutti lo hanno anche se quelli più resistenti in genere non ne sono sprovvisti (io per la Norvegia ho utilizzato un Topeak Super Tourist DX disc ma anche Crosso fornisce portapacchi propri adatti).viaggiare sterrato borse crosso
In definitiva - e non lo dico per dovere solo perchè hanno avuto la gentilezza di fornirci del materiale - l'azienda polacca è riuscita a farmi innamorare delle loro borse da bici perché rispecchiano fedelmente il nostro stile di viaggio e di vita: essenzialità e concretezza, pochi fronzoli e tanta sostanza ad un prezzo contenuto.
Prima di acquistarle, ti potrebbe interessare sapere come scegliere le borse da bici cicloturismo giuste
crosso expert cordura
Borse da bici: Crosso Expert, per cicloviaggiatori tosti - 3.7 out of 5 based on 3 votes
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Persone in questa conversazione

  • Ospite - Massimo il Lungo

    2 anni fa

    Domanda: Queste tipo di borse quindi possono tranquillamente essere agganciate anche ai portapacchi Tubus se presentano nella parte inferiore un tubo orizzontale dove può essere applicato il gancio inferiore della borsa?

  • Leonardo

    2 anni fa

    Domanda: Queste tipo di borse quindi possono tranquillamente essere agganciate anche ai portapacchi Tubus se presentano nella parte inferiore un tubo orizzontale dove può essere applicato il gancio inferiore della borsa?

    Certo Massimo, puoi tranquillamente usarle con i Tubus... come hai già detto anche tu... l'importante è che ci sia il tubo orizzontale su cui fare leva per tenere gli agganci superiori nella loro sede! ;)

    Ultima modifica commento su 2 anni fa da Leonardo

Posta commento come visitatore

0 / 6000 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-6000 caratteri
 
×
Resta aggiornato
 

×