Si chiama Maratona Dles Dolomites (nella dizione ladina) ma non si corre a piedi bensì in bici, in uno scenario tra i più belli del mondo. Raccoglie ogni anno oltre 9.000 partecipanti di cui la metà stranieri e provenienti da oltre 50 nazioni. Partenza da La villa e arrivo a Corvara, nel cuore della Val Badia.

La bresciana Valle Camonica è famosa per la presenza di importanti valichi alpini e prealpini, tra cui il Crocedomini, il Gavia, il Vivione e il Mortirolo. Ma a ridosso della sponda settentrionale del lago d'Iseo si nascondono due piccole valli laterali poco note al turismo di massa (compreso quello motoristico!) e molto interessanti da un punto di vista ciclistico e naturalistico: sto parlando delle salite al Passabocche e al Colle di San Zeno, in parte concatenabili con un giro ad anello a quote di poco inferiori ai 1500 m.
Passabocche e Colle di San Zeno: due passi in bici nell'Alto Sebino - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Le offerte, nel mondo del posizionamento biomeccanico e del bike fit, sono davvero innumerevoli. Come può un ciclista capire quale servizio fa al caso suo e valutare la professionalità di un biomeccanico? In questo articolo vogliamo andare a fornire delle linee guida che aiutino l'atleta o il ciclista appassionato nella scelta e nella valutazione del servizio di posizionamento biomeccanico più idoneo.
Guida alla biomeccanica e al posizionamento in sella - 4.0 out of 5 based on 2 votes
Durante le uscite in mountain bike o la pratica di qualsiasi altra attività sportiva è normale sudare. Nello sforzo, e non solo, il nostro organismo tenta di regolare la temperatura corporea ed il meccanismo attraverso il quale esegue questa operazione è proprio la sudorazione. Se eccessiva però, essa può essere un'anomalia che causa problemi sia fisici che psicologici. In molti casi tali problematiche però sono risolvibili con le giuste accortezze.
Eccessiva sudorazione: come combattere il problema - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Qual è la caratteristica estetica che ti fa riconoscere subito una BdC (bici da corsa) rispetto una qualsiasi altra bici?
Penso che anche il più profano risponda il manubrio, non per la conoscenza del componente in se ma, più che altro per quella strana forma che ha… quella strana piega che lo differenzia dagli altri.
Ebbene, oggi parleremo del… MANUBRIO, uno dei componenti la cui funzione è data per scontata ma che dietro nasconde innumerevoli studi di BIOMECCANICA.
Manubrio bici | Quando il manubrio ha una strana piega... - 5.0 out of 5 based on 3 votes
Molti, andando in un negozio di bici o vedendole sfrecciare per le strade, avvicinandosi alle bici da corsa hanno subito pensato : "Guarda che belle!". Poi le provano è si accorgono subito della leggerezza.
Il loro segreto sta nei materiali usati per costruirle, nella tecnologia e nello sviluppo che si ha avuto negli ultimi anni... ed allora vediamo qual è stata l'evoluzione dei materiali usati per realizzare i telai delle bici.
L'eleganza ha un suo peso... i materiali usati per costruire una bici - 5.0 out of 5 based on 2 votes
Un tema che sta certamente a cuore a tutto il mondo ciclistico è quello relativo alla sicurezza sulle strade e all'incolumità fisica del singolo appassionato a due ruote che vuole allenarsi o passeggiare lungo le strade asfaltate, di norma progettate e realizzate per garantire un agile flusso veicolare e non certamente per una fruizione promiscua.
Chiunque abbia utilizzato la bicicletta almeno una volta nella propria vita, e magari in seguito abbia anche cominciato ad apprezzarla come mezzo di trasporto per recarsi sul posto di lavoro o per rilassarsi su una delle tante ciclovie che ora cominciano a diffondersi in tutta Italia e all'estero o per viaggiare veloci sulle strade che solcano le vallate, penso che si sia posto la domanda su chi sia mai stato l'inventore di questo geniale attrezzo a due ruote che tanti appassionati utilizzano con una certa regolarità facendone anche, in certi casi, una filosofia di vita.
Ripercorriamo quindi le tappe fondamentali della storia della bicicletta, dalla nascita sino alla sua evoluzione, ponendo particolare attenzione alla bici da corsa.
Storia della bicicletta da corsa - 5.0 out of 5 based on 1 vote
Ricordo ancora perfettamente il giorno in cui mi recai ad acquistare la mia prima bicicletta, completamente digiuno di cose di ciclismo. Ero ovviamente emozionatissimo quanto impaziente. Il negoziante, vecchia conoscenza peraltro, mi chiese immediatamente: ”Quale taglia ci vorrà per te? Una 55,forse 56..?” Come “quale taglia?”, pensai. Già, a me le bici da corsa sembravano tutte della stessa misura. Ma ovviamente non è e non potrebbe essere così.
Di seguito proverò ad illustrare nel dettaglio come calcolare la misura del telaio della bici da corsa adatto alle nostre esigenze.
Taglie e misura del telaio della bici da corsa - 3.7 out of 5 based on 3 votes
 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 
×