Avenue Verte: da Parigi a Londra in bici

Pubblicato in Francia
Vota questo articolo
(2 Voti)
Foto Avenue Verte - Londra da Shutterstock
In pochi anni l'Avenue Verte, l'itinerario ciclabile che collega Parigi a Londra, è diventato uno dei più popolari tra i cicloturisti europei, perchè? Forse perchè l'Avenue Verte collega due capitali molto amate dai viaggiatori, forse perchè attraversare il canale della Manica con la bicicletta è un'emozione forte o forse perchè è un percorso ricco di siti da visitare e luoghi da scoprire..., ad ogni modo la Parigi - Londra è molto apprezzata da chi viaggia in bicicletta ed in pochissimi anni è diventata un vero must del cicloturismo in Europa adatto anche a famiglie con bambini.

Mappa

 
 
L'Avenue Verte collega Parigi a Londra seguendo strade verdi, secondarie e piste ciclabili già esistenti nelle due nazioni. In Gran Bretagna il tracciato che raggiunge la capitale è parte del Sistema nazionale di itinerari ciclabili (National Cycle network), una serie di vie e tracciati a lunga percorrenza che permettono di visitare la nazione in bicicletta.

Da Parigi verso l'oceano

L'itinerario ciclabile Londra - Parigi misura circa 400 km e, all'altezza di  Neuville-Sur-Oise presenta una piccola variante che permette di allungare ulteriormente il tragitto di circa 60 km seguendo l'alternativa orientale qui descritta. La partenza da Parigi è comunque unica e avviene proprio dinanzi alla spettacolare cattedrale di Notre-Dame. Dal monumento parigino si procede verso nord-est attraversando la Senna e seguendo le indicazioni dell'Avenue Verte verso Saint-Denis. Gli abitanti di questo comune alla periferia di Parigi, che conta oltre 100000 anime, sono gli Dionysiens, nome che deriva dal Dio greco Dioniso, curioso vero?
parigi in bici
Foto Notre-Dame de Paris in bici da Shutterstock
Da Saint-Denis si riattraversa la Senna entrando a Villeneuve-La-Garenne poco più a sud della Promenade des Impressionistes. Si pedala verso ovest ritrovandosi a fianco dell'acqua del famoso corso francese a nord di Nanterre. Il fiume compie un ampio tornante immergendosi nei paesaggi tanto cari ai pittori impressionisti. L'Avenue Verte continua verso nord prima di deviare a ovest all'altezza di Maisons-Laffitte, passando nei pressi della Château de Maisons-Laffitte, un elegante palazzo barocco del XVII secolo. In direzione ovest si taglia la foresta di Saint-Germain nata sui resti della più antica foresta di Yveline, un'area verde che trasmette pace interiore e serenità.
La Parigi - Londra giunge a Neuville-Sur-Oise dove è possibile decidere se seguire il tracciato verso est o verso ovest. 
avenue verte wiki
Foto da Wikipedia
 

Alternativa orientale

Procedendo verso ovest l'Avenue Verte costeggia il fiume Oise e supera le località di Cergy e Pontoise dove vale la pena visitare la cattedrale, monumento storico della Francia già dal 1840. A Auvers-Sur-Oise, se hai tempo a sufficienza, fermati al bel castello per un mezzo pomeriggio all'insegna dell'impressionismo e dei paesaggi fiabeschi dell'area.
I paesaggi rurali lungo la Parigi - Londra si alternano a piccoli borghi ricchi di Storia e tradizioni come Parman, Beaumont-sur-Oise e Asnières-sur-Oise in prossimità della quale è situata l'abbazia cistercense di Royaumont, eretta nel XIII secolo. L'abbazia, che si trova oltre la località, è un luogo mistico dove trascorrere un paio d'ore a rilassarsi e pensare a quello che questo enorme edificio rappresentò nei secoli scorsi.
Alternando tratti promiscui a tratti esclusivamente ciclabili, il tracciato giunge a Gouviex e poi a Chantilly dove si erge il castello omonimo. Nel maniero è stato allestito un importante museo con opere pittoriche (anche di Botticelli, Raffaello...) e manoscritti antichi, se ne contano oltre 30000.
La conosciuta crema chantilly, molto diffusa anche nella nostra tradizionale pasticceria, fu inventata da François Vatel nel XVII secolo e venne chiamata Chantilly quando il celebre cuoco divenne intendente generale del castello del borgo.
A 23 km da Asnières-sur-Oise si trova Senlis, città romana nata sulle rovine di un insediamento gallo più antico. Senlis vanta forse le mura gallico-romane meglio conservate di Francia ed è proprio sulle vecchie mura difensive che all'epoca dei Merovingi fu eretto il castello. Nella cittadina merita una visita anche la cattedrale di Notre-Dame, una delle più antiche della nazione, consacrata nel 1191, quarantanni dopo l'inizio della costruzione.
Si pedala ancora verso nord per poi deviare improvvisamente ad est in direzione di Beauvais. Per un tratto si percorre la stessa traccia dell'Eurovelo 3 mentre si oltrepassano località caratteristiche, abbazie e castelli. Da nominare sicuramente l'abbazia di Moncel, in prossimità di Pontpoint, il castello di Nointel e Clermont. 
Per chi ama fare birdwatching posso consigliare una sosta nella zona umida di Marais de Sacy, appena prima di Villers. 28 km separano Clermont da Beauvais, dominata dalla cattedrale gotica. L'antica oppidum celta, conquistata poi dai romani di Giulio Cesare, fu per anni un importante centro di creazione di arazzi e maioliche. Da Beauvais una via verde bucolica attraversa i paesaggi francesi raggiungendo la chiesa in stile gotico di Saint-Germer-De-Fly, dopo 29 km di itinerario ciclabile.
A Saint-Germer-De-Fly, il ramo orientale dell'Avenue Verte si ricongiunge a quello più occidentale.
avenue verte

Alternativa occidentale

Nei dintorni di Cergy il viaggio in bicicletta di chi sta percorrendo la Parigi - Londra può imboccare due differenti strade. La prima è l'alternativa più orientale che ho appena descritto, mentre la seconda prosegue più ad occidente in direzione di Vigny e del suo castello. Da Vigny si seguono alcune strade promiscue a bassa percorrenza superando minuscoli villaggi come Avernes che conta solo 800 abitanti. Seguendo l'Epte, un fiume di 113 km con foce nella Senna, si oltrepassa Giverny, località scelta anche da Monet per realizzare le sue opere, i due pittoreschi castelli di Villarceaux e Bray-et-Lu.
Dal paese una deviazione verso ovest permette di raggiungere la bella Vernon con il mulino sospeso sul ponte caduto.
Proseguendo da Bray-et-Lu verso Gisors lungo la greenway della valle dell'Epte si possono scorgere piacevoli vedute, fortezze e mulini. Gisors che vanta un castello dei duchi di Normandia risalente al XI secolo e dista solo 30 km da Saint-Germer-de-Fly dove si incontra l'alternativa orientale dell'Avenue Verte.

L'ultimo lembo di Francia

Da Saint-Germer-de-Fly si raggiunge velocemente Gournay-en-Bray per poi pedalare ancora affiancati dall'Epte fino alla piacevole Forges-les-Eaux. Dalla località, che dista circa 50 km da Rouen, una suggestiva ciclabile raggiunge Neufchâtel-en-Bray nella cui area viene prodotto l'omonimo formaggio. Nell'aria si sente già il profumo di oceano perchè Dieppe ormai non è più così lontana. Da Neufchâtel-en-Bray a Arques-la-Bataille corre una pista ciclabile facile e adatta davvero a chiunque. Lungo la Béthune, che ci accompagna fino a Arques-la-Bataille, si pedala tra laghetti dove vivono numerose specie ornitologiche, rovine di castelli come il maniero cataro di Arques e borghi belli da fotografare. Gli ultimi 9 km che separano Arques da Dieppe vengono percorsi su strada secondaria ma l'emozione di aver raggiunto finalmente l'oceano è grande.
Dieppe merita una sosta prima di imbarcarsi alla volta della Gran Bretagna. Non perderti il castello, la bella spiaggia, l'antico quartiere dei pescatori Pollet, la chiesa di San Giacomo del XIII secolo e gli altri monumenti che rendono Dieppe una città davvero interessante.dieppe
Foto Veduta di Dieppe da Shutterstock
 
 

Come attraversare il canale della Manica

L'Avenue Verte francese si collega a quella inglese con l'ausilio del traghetto tra Dieppe e Newhaven. La compagnia ad effettuare questa tratta è la DFDS con quale organizzare il viaggio di andata e ritorno o solamente di andata. Il trasporto della bicicletta ha un costo che viene calcolato insieme al biglietto. La durata della traversata dura circa 4 ore e ogni settimana vengono effettuate circa 13 navigazioni sulla tratta. Per calcolare il prezzo del bigliettoed, eventualmente, acquistarlo visita il sito ufficiale della compagnia DFDS.
 

Pedalando verso Londra

La maggior parte del tracciato cicloturistico dell'Avenue Verte si sviluppa su territorio francese, ma anche in Gran Bretagna il divertimento non manca sebbene i chilometri da percorrere siano molti meno.
Da Newhaven la Parigi - Londra segue per un tratto la costa meridionale di Seaford, a due pedalate dalle suggestive Seven Sister, le scogliere bianche di gesso affacciate sulla Manica. Dal porto si può anche decidere di allungare l'itinerario raggiungendo Brighton, sulla costa occidentale, a 16 km da Newhaven.
Dopo Seaford, una volta attraversato il fiume Cuckmere si prosegue verso nord passando a lato di un'area umida che termina in prossimità di Litlington.
Il tracciato sfiora il paese di Alfriston, 770 abitanti, che è parte del Parco nazionale del South Downs e vanta una casa dal tetto di paglia caratteristica di alcuni secoli fa. Si segue il Cuckmere a ritroso attraversando Arlington e sfiorando Polegate con il suo suggestivo mulino a vento. Da Polegate ci si trova a pedalare sul Cuckoo Trail che segue il tracciato della vecchia ferrovia.
Il Cuckoo Trail è parte del National Cycle Network – route 21.
Da Heathfield l'Avenue Verte corre su strade di campagna, secondarie e promiscue, piacevoli e colorate fino a Groombridge. Dalla località si riprende a percorrere la vecchia ferrovia fino a East Grinstead. Nel territorio comunale passa il Meridiano di Greenwich, inoltre la foresta di Ashdown, dove sono ambientate le avventure di Winnie the Pooh, si estende a sud della città, proprio nel territorio comunale. Verso ovest si percorre la suggestiva Worth Way, tracciato ciclopedonale, che avanza in direzione di Crawley, abitata fin dal periodo della pietra. Crawley conta oltre 100000 abitanti ed è divisa in diversi quartieri, alcuni dei quali piuttosto antichi e interessanti da visitare anche se nel complesso risulta una città moderna. 20 km a nord di Crawley si trova Redhill e per raggiungerla si dovrà costeggiare l'aeroporto di Gatwick, uno dei più grandi della Gran Bretagna.
Da Redhill una serie di paesaggi collinari allietano la vista prima di entrare nella periferia sud di Londra, la capitale del Regno Unito. Seguendo il fiume Wandle ci si rende ben presto conto che i paesaggi delle campagne inglesi sono ormai un ricordo e che Londra è molto vicina. Si attraversa due volte il Tamigi, il fiume simbolo della città, entrando ufficialmente nella City e terminando il viaggio in bici sull'Avenue Verte.

Come raggiungere Parigi e Londra

Raggiungere Parigi dall'Italia è piuttosto semplice. Si può decidere di viaggiare fino alla capitale francese con il treno trasportando la propria bicicletta in una sacca o piegandola e quindi come bagaglio, o imbarcandola intera pagando un sovrapprezzo. Per consultare le condizioni di trasporto bici collegati al sito ufficiale della SNCF.
Se preferisci raggiungere Parigi in aereo puoi farlo volando con una compagnia lowcost, le principali Ryanair e Easyjet (fai attenzione perchè in questo caso pagherai un extra per trasportare la bicicletta che dovrà essere parzialmente smontata e imballata) o con una compagnia di bandiera valutando le condizioni di trasporto.
 
Anche raggiungere Londra dall'Italia non è particolarmente complicato ma in questo caso la soluzione migliore forse risulta essere l'aereo. Le raccomandazioni sono sempre le stesse: confronta le compagnie, valuta l'aeroporto di arrivo e il costo del trasporto bici prima di prenotare. 
Avenue Verte: da Parigi a Londra in bici - 4.5 out of 5 based on 2 votes
Veronica

Classe 1983 (mi han detto che ne sono nati di matti quell'anno...), abito nel bellissimo Trentino da qualche anno e la fortuna (o sfortuna) mi ha fatto incontrare Leo con cui ora vivo e scrivo su lifeintravel.it Dopo aver girato l'Europa e l'Italia con i miei genitori, per la maturità mi sono regalata un viaggio in 2 cavalli da Milano a Praga (un fiorino ha interrotto il nostro viaggio verso Mosca facendoci ribaltare su una strada slovacca). Dopo aver cambiato mille lavori (pasticcera, agente di viaggio, venditrice di gabinetti, addetta alle lamentele in un call center, barista, cubista ehm, questo non ancora!...) ed aver viaggiato due volte in Messico, ho mollato tutto senza alcun rimpianto per volare in Nuova Zelanda dove ho bighellonato per cinque mesi. Nel 2010 con Leo sono partita per un lungo viaggio in bicicletta nel sud est asiatico. Ora, fra un'escursione in montagna ed un'avventura, sogno e risogno la Panamericana sulle due ruote!!! Ecco in poche parole chi sono: cicloviaggiatrice per scelta, pasticciona a tempo pieno, mountain biker per caso, quando non viaggio ne sto combinando una delle mie...
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Lago d'Iseo in due

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Newsletter

Ricevi aggiornamenti gratuiti su articoli, guide, itinerari ed altro per restare quotidianamente... in viaggio, iscriviti alla nostra newsletter

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
×
Resta aggiornato
 

×