Amara Melbourne

Pubblicato in Australia
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Proprio così, è arrivato anche il primo boccone amaro da ingoiare. Ed è arrivato in quella Melbourne che è il rifugio ideale di molti italiani in Australia. Dopo una settimana di infruttuose ricerche ho deciso di lasciare la capitale del Victoria e spostarmi nel Queensland, a Brisbane, in cerca di nuova fortuna, di un lavoro e soprattutto della serenità perduta.
 
Ero giunto infatti a Melbourne al termine del lungo anello che mi aveva portato a visitare la East cost ed il Red Centre con gli amici venuti a visitarmi dall'Italia. Ero giunto pieno di entusiasmo, sicuro di trovare in pochi giorni un lavoro ed una casa, stabilirmi per un po' prima di ripartire. Ero giunto a Melbourne sereno, soddisfatto del viaggio con Alessandro e Nicola, pronto a rituffarmi nella completa solitudine in una nuova avventura.
Sono ripartito deluso, depresso, sconfitto. Sono fuggito da tutto ciò e molti forse criticheranno questa mia decisione, atribuendomi la colpa di fuggire di fronte alla prima difficoltà. Io rispondo: è vero! Fuggo, ma non per codardia o per paura. Fuggo semplicemente perchè non voglio, finchè posso, far diventare quella del lavoro un'ossessione. Sono in Australia prima di tutto per imparare la lingua (che tante difficoltà mi sta dando) ed in secondo luogo per scoprire questo magnifico paese: il lavoro è un mezzo, non il fine.
Per la durata di questa sempre più unica avventura, non voglio provare sensazioni negative come quelle che stavo provando negli ultimi giorni in città. Brisbane mi offre la possibilità di un nuovo inizio e le prospettive di trovare qualcosa da fare sono buone (come lo erano a Melbourne). Inizialmente ero tentato di spostarmi a Darwin, nell'unica zona australiana che non ho ancora visitato, ma dopo una rapida ricerca in internet ed una consultazione con altri viaggiatori, ho optato per il Queensland e la sua capitale che sembrano offrire maggiori opportunità... alla ricerca della serenità perduta.

{phocagallery view=category|categoryid=67|displayname=1|displaydetail=0|imageshadow=shadow1}
Leonardo

Cicloviaggiatore lento con il pallino per la scrittura e la fotografia. Se non è in viaggio ama perdersi lungo i mille sentieri che solcano le splendide montagne del suo Trentino e dei dintorni del lago d'Iseo dove abita, sia a piedi che in mountain bike. Eterno Peter Pan che ama realizzare i propri sogni senza lasciarli per troppo tempo nel cassetto, ha dedicato gran parte della vita al cicloturismo viaggiando in Nuova Zelanda, Balcani, Norvegia e molti altri paesi. Ultimamente ha trascorso dieci mesi in bici nel Sud est asiatico e ha attraversato le Ande in bici.
Sito web: www.lifeintravel.it

Aggiungi commento

 

Foto del mese

Nella luce del mattino | Pedalando nel Mae Moei national park in Thailandia

Recenti

  1. Articoli
  2. Commenti

Pedalando Aotearoa

Scarica gratuitamente il libro Pedalando Aotearoa - L'isola del Nord sul viaggio in bicicletta in Nuova Zelanda.
Pedalando Aotearoa

Seguici su Google+

Ultime dal forum

Altre discussioni »

Ci trovi anche su

Cicloguide
La nostra esperienza di cicloviaggiatori e la voglia di condividere conoscenze ed emozioni ci ha portato a realizzare un portale dedicato al cicloturismo, il viaggio lento e senza stress. Da poco è nato cicloguide.it dove troverete Guide di viaggio in bici consultabili online e scaricabili in formato elettronico.
I nostri viaggi ci hanno portato in giro per il mondo, sempre al risparmio: su Mondo Lowcost trovi le nostre recensioni e guide di viaggio Lowcost. Scopri alloggi e locali a basso costo in tutto il mondo e contribuisci consigliando agli altri viaggiatori le strutture in cui sei stato tu.
Resta aggiornato
Unisciti ad oltre 10.000 cicloviaggiatori e ricevi news, consigli e
itinerari per organizzare il tuo prossimo viaggio in bici
 
 
 
 
Ti potrebbe interessare
Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se continui a navigare accetti l'istallazione di tali cookie Maggiori informazioni Ho capito